Veneto, 12 agosto 2021 - I nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Veneto sono stati 58337 casi in meno rispetto ai 620 casi di positività di ieri. Si registra un nuovo decesso. Scende ancora il dato dei soggetti positivi e in isolamento: sono 13.421 (-186). Il totale dei ricoverati in ospedale è di 206 pazienti (-12), 28 in terapia intensiva (+3), 178 in area non critica (-15) . I tamponi molecolari fatti ad oggi sono 6milioni 145mila, mentre i test rapidi sono 6milioni 041mila. L'incidenza è dell'1,36%. In base ai dati resi noti dal bollettino dell'Unità di crisi regionale, il numero complessivo degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale a 443.921, quello delle vittime sale a 11.651 (+1).

Zona gialla: Emilia Romagna, Marche e Veneto non rischiano

La situazione nelle province

La provincia con il più alto numero di contagi oggi è Verona, con 107 persone risultate positive ai test, seguita a ruota da Padova con 85 casi e Venezia con 84. Migliora la situazione a Treviso dove sono stati registrati nelle ultime 24 ore 74 casi (ieri 130). A Vicenza sono 70 i nuovi positivi, a Rovigo 47 e 15 a Belluno.

Veneto zona biana

 "L'Rt è a 1,16 con un'incidenza di 83,8 casi ogni 100 mila abitanti - spiega Zaia - .Confermo che il Veneto restera' in zona bianca" ha aggiunto.

Agosto mese chiave

"Agosto è il mese chiave, nel quale ce la giochiamo tutta - sottolinea il governatore -.. E speriamo anche con alcune decisioni che vogliamo mettere in atto per fine agosto, di dare una svolta". La media regionale delle vaccinazione, ricorda, è oltre il 70% e ad ottobre arriverà all'80%. "La fascia colpita adesso è quella dei 50enni - rileva - e tutti i non vaccinati ce li ritroviamo in ospedale". Quanto alla terza dose per Zaia "è probabile che si faccia". La prevenzione in Veneto non chiuderà per forza neppure il 15 agosto. "I centri vaccinali resteranno aperti o chiuderanno? Dipende dal numero delle prenotazioni", dice.

Accesso diretto ai vaccini per la fascia di età tra i 12 e i 25 anni

Accesso diretto ai vaccini "per la fascia di età 12-25 anni 'senza se e senza ma' almeno fino al 30 agosto". Lo ha annunciato il presidente del Veneto Luca Zaia illustrando le novità sanitarie che saranno introdotte da domani sul fronte della lotta al Covid. Tra le azioni che entreranno in vigore anche l'anticipazione della seconda dose dopo 21 e 28 giorni dalla prima (a seconda del vaccino fatto): "Ci si potrà presentare e chiedere l'anticipo senza prenotazione. Noi vogliamo spingere su una prevenzione serrata".

Inoltre, anche il Veneto, come altre regioni italiani, anticipa la seconda dose per chi da domani farà la prima dose: sarà a 21 o 28 giorni, a seconda del tampone. L'ultimo punto riguarda i veneti che sono in vacanza nella regione. "A terminale possono prenotarsi dove vogliono - chiarisce - anche fuori dall'Ulss di appartenenza". Inoltre da lunedì tutti gli imprenditori veneti in giro per il mondo che si sono vaccinati all'estero e debbono rientrare in Italia hanno modo attraverso la loro Ulss di scaricare il green pass. "Ovviamente - sottolinea - i vaccini fatti devono essere quelli autorizzati dall'Ema".

Covid: le ultime notizie

Covid Bologna: a 23 anni in terapia intensiva. "Non è vaccinata"

Green pass dopo la prima dose: come e quando si ottiene

Zona gialla: Sicilia e Sardegna salve per i ricoveri. Tutti i nuovi dati delle regioni

"Vaccini efficaci al 16% dopo otto mesi". A settembre scatterà la terza dose

Zona gialla: Sicilia e Sardegna salve per i ricoveri. Tutti i nuovi dati delle regioni

Green pass, i modi per evitarlo

"Vaccini efficaci al 16% dopo otto mesi". A settembre scatterà la terza dose

Sono così cinque le regioni italiane colorate di rosso nella mappa europea