Venezia, 15 gennaio 2022 – Il Veneto sfiora il tetto dei 10milioni di dosi inoculate da inizio pandemia: il totale è pari a 9.763.297, mentre quelle eseguite ieri sono 52.031. Di queste ultime 4.248 sono prime dosi (3.322.512), 2.937 i cicli completi (4.180.796) e 44.846 i booster (2.259.985). Il Veneto ha usato 99,5% delle dosi fornite.

AGGIORNAMENTO: Covid Veneto 16 gennaio, il bollettino di oggi. Pressione ospedaliera in calo

Covid calcio, contagiati 4 giocatori del Venezia. Annullata la conferenza pre-partita

Attacco hacker a Padova, l'ultimatum slitta di tre giorni. "Non dialoghiamo coi criminali"

Continua intanto la corsa del virus nella regione. Sono 19.539 i nuovi casi positivi (+1.182) al coronavirus in Veneto nelle 24 ore. Le persone in isolamento attualmente positive sono 249.145 (+8.337). Sono 868.413 i casi da inizio pandemia. 

Si registrano 15 decessi: le vittime salgono a 12.704 (qui i dati di ieri)
Lo comunica il bollettino Covid della Regione Veneto che oggi, 15 gennaio, “per problemi tecnici”, non mostra i dati dei contagi nelle province e il dettaglio dei ricoveri negli ospedali territoriali. Ieri 14 gennaio nella regione sono stati 18.357 i nuovi contagi. Ancora in crescita i ricoveri ospedalieri. Le somme totali sul fronte dei ricoveri mostrano ancora un aumento nei reparti ordinari, sono 1.757 i ricoverati in area non critica (+23), meglio le terapie intensive dove sono 205 i pazienti (-3).


Bollettino, Zaia: "Serve lo speaker ufficiale"

"Secondo me è meglio non cambiare il bollettino. A livello nazionale dovrebbero dire che c'è un solo speaker ufficiale e un bollettino ufficiale delle istituzioni. Il vero obbligo vaccinale è inapplicabile". Così Luca Zaia,
presidente della Regione Veneto, oggi a "L'Ospite" su SkyTg24

Il bollettino delle Marche

Covid Veneto, open day vaccino fascia 5-11 anni nel week end. Tutti i centri aperti - Long covid sui bambini, pediatri in allerta: "Ne soffre il 5% di chi si è ammalto" - Autotesting Covid in Emilia Romagna: cos'è e cosa cambia dalla prossima settimana - Covid, ricerca: "Mascherina eccellente protezione: contagio trascurabile"

Zona gialla anche per la prossima settimana

“Il Veneto resta anche la prossima settimana in zona gialla. Aspettiamo l'ufficializzazione, ma i nostri numeri solo da area gialla, in virtù soprattutto della soglia dei ricoveri in area medica”, ha sottolineato ieri il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, in attesa del responso del Cts.

“Auspichiamo che a ore si decida di estrapolare dalla contabilità ospedaliera i dati di quelli che definisco i 'Covid per caso’, pazienti, facciamo l'esempio della partoriente, del tutto asintomatici che si scoprono positivi solo all'ingresso in ospedale col tampone”.

La gestione della pandemia fra regioni e governo "Io  parlo da chi vive l'emergenza al fronte. Sulla pandemia c'è stato questo grande lavoro di squadra fatto con il governo, ma la gestione della campagna vaccinale è organizzata dalle Regioni e me ne assumo tutte le responsabilità. Il Veneto è la regione che ha fatto più tamponi di tutti in Italia", da detto Zaia a SkyTg24.