Quotidiano Nazionale logo
10 dic 2021

Zona gialla, il Veneto si salva. Zaia: "Bianchi per ora, ma rischiamo a Natale"

Sfiorati i 4000 mila contagi, 15 i decessi. Treviso la più colpita, seguono Vicenza e Padova. Incidenza a quota 371,1 casi per 100mila abitanti, intensive al 12,4%

Bollettino Covid Veneto, 10 dicembre 2021
Bollettino Covid Veneto, 10 dicembre 2021

Venezia, 10 dicembre 2021 - Veneto ancora in bianco anche se i contagi tornano a salire, oggi sono 3.993 i nuovi casi: la zona gialla è dunque dietro l'angolo, a salvare la regione dal cambio di colore i ricoveri in terapia ordinaria che non superano la soglia limite.  “Siamo in una situazione di pressione che va tenuta sotto controllo, ma che riusciamo a gestire. La prossima settimana il Veneto sarà ancora bianco, perché non abbiamo raggiunto il limite del 15% di ricoverati covid in area medica (siamo all’11%) mentre siamo oltre gli altri due parametri nazionali richiesti, che sono il 10% di occupazione delle terapie intensive (siamo al 12%) e l’incidenza (siamo a 371,1 casi ogni 100 mila abitanti su un limite di 50)”. 

Approfondisci:

Bollettino Covid oggi 11 dicembre 2021, Zaia: "In Veneto superati i 4.mila contagi"

Zona gialla regioni: Emilia Romagna, Marche e Veneto a rischio

Approfondisci:

Covid Padova, i primari: “I medici no vax tornino a lavorare”

Lo dice il Presidente della Regione, Luca Zaia, valutando i dati di oggi rispetto all’andamento del Covid in Veneto. “Se la prossima settimana dovessimo superare il parametro del 15% dei posti occupati in area medica – aggiunge – vorrà dire che nella settimana di Natale saremo in giallo”.

Bollettino Covid Veneto, 10 dicembre 2021
Bollettino Covid Veneto, 10 dicembre 2021

“I dati di oggi – fa notare Zaia – ci dicono che, su 131 ricoverati in terapia intensiva, il 78% è composto da pazienti non vaccinati e il 22% da vaccinati. Ipotizzando che l’intera popolazione fosse vaccinata – aggiunge – avremo solo 22 ricoverati in terapia intensiva, il che, in una ipotetica distribuzione provinciale significherebbe circa 3 per ogni provincia”.

“La terapia intensiva – ricorda Zaia – è il settore che manda più in crisi il sistema ospedaliero. Comunque dobbiamo prendere atto che il vaccino sta funzionando, visto che abbiamo una grossa pressione dai non vaccinati”. “L’invito a tutti – dice Zaia - è di vaccinarsi. Ben vengano anche le prime dosi, che anche ieri sono state 2.980, mentre vanno bene le terze dosi, delle quali ieri ne sono state erogate ben 42.236”. “Non dobbiamo abbassare la guardia – conclude Zaia – dobbiamo indossare le mascherine in ogni situazione di assembramento, all’aperto o al chiuso. Ed è anche utile arieggiare il più possibile i locali, ad esempio dopo una cena in casa tra amici”.

Il bollettino oggi: 10 dicembre 2021

Impennano i contagi Covid in Veneto, dove nelle ultime 24 ore si sono sfiorati i 4.000 nuovi positivi (3.993), che fanno raggiungere un totale di 544.688 dall'inizio della pandemia. (1.928 i casi di ieri giovedì 9 dicembre, contro gli oltre 3.526 del giorno precedente). Forte aumento anche dei decessi in un solo giorno, 15, per un totale di 12.042 vittime. Lo riferisce il bollettino della Regione. Numeri preoccupanti, che tuttavia potrebbero risentire di un riequilibrio dei conteggi dopo un rallentamento dei tracciamenti nella giornata festiva dell'8 dicembre, inoltre tra i nuovi positivi sono inclusi anche casi registrati nei giorni scorsi dalla Ulss 6 Euganea che non erano però stati finora correttamente caricati a causa dell'attacco hacker subito. 

Netta impennata dei ricoveri

A preoccupare è il numero dei pazienti ricoverati in area medica, che oggi sono 852, ovvero 46 in più di ieri, e si avvicina così alla soglia del 15% che farebbe scattare la zona gialla. I pazienti in terapia intensiva sono invece 130, uno in
meno rispetto a ieri. Il totale dei ricoverati ammonta quindi a 982 pazienti.

La mappa dei contagi nelle province del Veneto

E’ Treviso la provincia più colpita dai contagi, 904 i nuovi casi segnalati nel bollettino regionale di oggi 9 dicembre, la quota degli attuali positivi sale a 8.617. Segue Vicenza con 847 nuovi casi e un totale generale dei positivi a 7.901. Sono 770 le persone risultate positive al coronavirus nelle ultime 24 a Padova che conta ben 10.314 cittadini infettati dal virus. Sono 633 gli ultimi casi segnalati dalla Città metropolitana di Venezia, che si aggiungono agli 8.037 attuali positivi. Infine sono 102 i casi a Belluno e 120 a Rovigo, rispettivamente sono 1.013 e 1.343 le persone positive nelle due province.

Il monitoraggio delle vaccinazioni anti Covid

Prosegue la campagna vaccinale in Veneto, dove ieri 9 dicembre sono state somministrate 47.141 dosi di vaccino contro il Covid, di cui 2.980 prime dosi, 1.872 seconde dosi e 42.263 terze dosi. Il totale delle dosi finora somministrate in Veneto arriva così a 8.158.918, con il 77,6% della popolazione residente totale che ha ricevuto almeno una dose, il 76% della popolazione immunizzata che ha ricevuto anche la seconda e il 17,4% che ha ricevuto la terza.

Percentuali che salgono se si considera solo la popolazione vaccinabile dai 12 anni in su. In questo caso (il dato considera anche i veneti vaccinati fuori regione) è infatti l'86,1% ad aver ricevuto almeno una dose, l'84,4% ad aver ricevuto anche la seconda e il 19,3% ad aver ricevuto la terza.

Covid, le ultime notizie

Approfondisci:

Vaccino Covid Novavax e Valneva: quando arrivano in Italia

Approfondisci:

Green pass e terza dose: quando arriva e quanto dura

Approfondisci:

Super Green pass, chi ce l'ha e chi no. Domande, risposte e regole

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?