Bollettino Covid Veneto del 17 novembre
Bollettino Covid Veneto del 17 novembre

Venezia, 17 novembre 2021 - Nuovo boom dei contagi covid in Veneto, anche oggi maglia nera per numero di positivi. Si sfiorano i 1.500 contagi in tutta la Regione, dove il dato complessivo di tutte le province fa schizzare la curva del virus a 1.435 nuovi casi e 17.648 persone positive in isolamento. Ieri è stata la seconda regione con il maggior numero di contagi e oggi, con 157 casi in più rispetto al 16 novembre, la paura di scivolare in zona gialla è sempre più forte. L'incidenza su 85.207 tamponi (21.472 molecolari e 63.735 rapidi) è infatti dell'1,68%. E la pressione sugli ospedali inizia a farsi sentire.

Bollettino Covid oggi Emilia Romagna: i contagi del 17 novembre 2021

Il virus diventa ancora più aggressivo, sono 7 i decessi avvenuti nelle ultime 24 ore, numero che porta il totale delle vittime della pandemia in Veneto a 11.888. Sono occupati al 6% le terapie intensive del Veneto, dove i reparti ordinari sono occupati al 5%. In crescita, qiindi, anche i ricoveri in area medica (+24), che sono 349. Scendono (-3) le terapie intensive, con 62 pazienti. Il totale delle persone contagiate in Veneto dall’inizio della pandemia, tra morti e guariti, è di 465.190 persone.

Dalle proiezioni eseguite dalla Regione, nel giro di un paio di settimane potrebbero arrivare ad un centinaio di persone i pazienti ricoverati nelle terapie intensive del Veneto, "per questo c'è preoccupazione", spiega il governatore. A quel punto infatti "avremo superato due parametri su tre" per la zona gialla, ha confermato in questi giorni di allerta il governatore Luca Zaia.

Covid Veneto, Zaia: "Restrizioni ai no-vax solo con i cambi di colore"

La situazione nelle province venete

È sempre Padova la zona veneta più colpita da questo nuova ondata di Covid, che oggi fotografa 356 casi e 3.403 persone in isolamento, sfiorando la temutissima soglia dei 3mila e 500 positivi. La città metropolitana di Venezia ha scoperto altri 286 nuovi casi, ma un numero di infetti molto alto, che arriva a 2.898 persone in isolamento.

La provincia di Treviso peggiora con 287 nuovi contagi e 2.432 positivi, mentre a Vicenza ci sono 2.826 positivi in tutto, di cui 232 scoperti solo nelle ultime 24 ore. Più distesa la situazione nel Veronese, con 166 nuovi positivi e 2.257 casi attuali in tutto.

Meno gravi le situazioni di Rovigo e Belluno, dove i casi sono più contenuti – anche in rapporto al numero di abitanti – e arrivano a 528 i contagi nel Rovigino, compresi i 52 casi di oggi, e altri 457 nel numero complessivo di Belluno, che oggi ha aggiunto 47 persone in più.
Covid Veneto, esplodono contagi: 1.603 nuovi casi, Padova nell'occhio del ciclone

Natale rischio per i veneti, Cenone in forse

L'aumento dei contagi rischia di rovinare le feste di Natale e di Capodanno anche in Veneto, che potrebbe finire in zona gialla per il boom di contagi e ricoverati per la pandemia Covid. È quanto emerge da una analisi di Coldiretti nell'evidenziare gli effetti dell'eventuale cambio di colore alla vigilia delle feste di fine anno con l'obbligo delle mascherine anche per shopping all'aperto e l'addio alle grandi tavolate al ristorante per i tradizionali cenoni. Con disagi a catena anche su commercianti e ristoratori.

“Le conseguenze del passaggio in zona gialla - spiega Coldiretti - riguardano diversi aspetti della vita quotidiana, a partire dall'obbligo di indossare sempre la mascherina sia all'aperto che nei luoghi chiusi, passando per il taglio della capienza di luoghi aperti al pubblico che scende al 50% per teatri, cinema, sale da concerto e stadi e al 35% per gli impianti sportivi al chiuso e in ogni caso l'accesso è sempre subordinato al possesso del green pass”

“Inoltre - continua Coldiretti - il certificato verde è obbligatorio anche per salire su treni intercity e ad alta velocità, navi e autobus a lunga percorrenza, oltre che sui voli aerei nazionali, sulle funivie per gli impianti sciistici. In zona gialla restano chiuse anche le discoteche”.

Vaccini: l'82,7% ha completato il ciclo

Sono 3.618.974, pari all'82,7% della popolazione vaccinabile, i residenti in Veneto che hanno ricevuto il richiamo del vaccino anti- Covid. Lo segnala il bollettino regionale. La percentuale sale all'85% se si considerano anche coloro che hanno almeno una dose e si sono prenotati per la seconda.

Ieri sono state effettuate 14.907 vaccinazioni, delle quali 10.232 erano terze dosi, per un utilizzo del 92,5% delle forniture. Sono 224.380 i residenti ad aver ricevuto la dose booster, pari al 4,6% dell'intera popolazione.

Covid: le notizie di oggi

Green pass, verso riduzione della durata a 9 mesi? E si guarda anche al modello 2G

Germania, Covid dilaga: 53mila contagi, quasi 300 morti. Merkel: "Situazione drammatica"

Zona gialla a Natale? Le ipotesi, dal lockdown per non vaccinati al Green pass breve