Veneto, 26 novembre 2021 – Con oltre 4mila contagi in due giorni, il Veneto è travolto dalla quarta ondata Covid. Mentre gli esperti studiano i motivi di questa diffusione massiccia, i numeri parlano da soli. Nel bollettino di oggi, il Veneto registra altri 2.036 nuovi positivi, che vanno ad aggiungersi ai 2.066 di ieri e portano il totale delle persone in isolamento a causa del contagio a 26.254. Ci sono altre 5 vittime, che fanno salire il totale dei decessi dall'inizio della pandemia a 11.935. La situazione si complica ovunque, Padova ha satutato la terapia intensiva che è stata riconvertita ad asssistere i soli casi Covid. 

 Super Green pass, dove serve e dove no. Resta libero l'accesso ai supermercati - Zona gialla, Veneto sempre più a rischio. Preoccupano i dati Covid delle Marche - Variante Sudafricana, Burioni: "Niente panico"

Bollettino Covid Veneto, 26 novembre 2021

Continua la progressione dei dati ospedalieri. I malati Covid ricoverati sono complessivamente 551, dei quali 462 nei reparti medici, (+13) e 89 in terapia intensiva (+4). Le persone risultate infette negli ultimi due anni raggiungono quota 509.336.
Covid Veneto 27 novembre, cresce l'onda: 2.113 contagiati e 27.612 in quarantena

Padova, terapia intensiva satura

L’ospedale di Padova ha saturato i posti in terapia intensiva, l’allerta è ai massimi livelli. "Ad oggi abbiamo 18 posti di terapia intensiva occupati su 18 disponibili: siamo al limite, anche se
contiamo già oggi di trasferire tre pazienti”, conferma Ivo Tiberio, il primario del reparto di terapia intensiva dell'Azienda Ospedaliera di Padova che lancia l'allarme sulla situazione che sta peggiorando progressivamente.

“Purtroppo, assistiamo ad un lento, ma costante e progressivo aumento dei casi gravi da Covid”, continua il primario. Sono 18 i pazienti gravi in terapia intensiva, “di questi 15 sono non vaccinati, con il più giovane di 36 anni, ed una media di fascia d'età che arriva ai 50 anni, tutti pazienti che prima di ammalarsi erano in buone condizioni di salute e senza altre patologie".

La situazione nelle province

Ancora Padova in vetta alle classifiche dei contagi di questa nuova ondata di Covid con 430 casi, seguita dalla provincia di Treviso, che oggi registra 424 positivi. La città metropolitana di Venezia oggi registra altri 390 nuovi casi, mentre a Vicenza ci sono 409 nuovi casi e a Verona 242. Sotto controllo la situazione a Belluno, con 48 nuovi casi, e Rovigo, che oggi conta 80 positivi in più. Il virus corre veloce, spingendo i sindaci a prendere misure straordinarie per arginare l'ondata. A Padova, è in vigore da oggi l'obbligo delle marcherine all'aperto in tutto il centro storico. L'ordinanza firmata dal sindaco resterà in vigore fino al 31 dicembre. 

Il contagio nelle scuole

Sono pronti i primi risultati del monitoraggio avviato negli ultimi due mesi nelle classi, attraverso le “scuole sentinella” che comprendono il 70,8% degli istituti primari, secondari di primo grado e di secondo grado. In due mesi, sono stati 4.023 eventi, ovvero la presenza in classe di un positivo che ha determinato l’identificazione di un gruppo di contatti scolastici. E hanno riguardato per il 34,9% dei casi i bambini delle scuole primarie, nel 23,5% dei casi le scuole superiori, per il 22,6% le medie e solo nel 15,7% degli episodi riscontrati sono state coinvolte le scuole dell’infanzia.

Sono stati 80.269 gli alunni e gli operatori scolastici coinvolte, ad oggi: il numero riguarda le persone in quarantena o tenute monitorate con screening ripetuti nel tempo fino all’esiti positivo. con una pressione stabile per tutto settembre e con picchi al rialzo nelle settimane centrali di novembre. Gli studenti attualmente positivi sono 2.634, quelli in monitoraggio 14.155 e in quarantena 13.189.

La situazione attuale. Per quanto riguarda docenti e personale amministrativo, i positivi sono a oggi 219, i positivi in quarantena sono 800 e i positivi in monitoraggio 986.

Vaccini: risalgono le prime dosi, effetto Super green pass

Leggero passo in avanti delle prime dosi di vaccino anti- Covid in Veneto, probabile effetto della prossima entrata in vigore del “Super green pass”. Ieri in Veneto sono state 1.807 le somministrazioni a persone che non si erano mai presentate in un centro vaccinale, dopo giorni stagnazione poco sopra le mille inoculazioni.

Vaccini under 12, Zaia: "Lo facciano gli adulti, non scarichiamo colpe sui bambini"

Volano invece le cosiddette terze dosi, 21.010 in sole 24 ore, per un totale che ora ha raggiunto le 384.842 persone. Dato di poco difforme rispetto a quelle somministrate alla sola popolazione residente, 379.812 (7,8% degli abitanti). Da quando è iniziata la campagna sanitaria sono state somministrate 7.628.263 dosi. Il tasso di popolazione che ha completato il ciclo primario (prima e seconda dose) è del 75,6%.

Covid: cosa sta succedendo

Variante sudafricana Covid: è allarme. Italia vieta l'ingresso da 7 Paesi dell'Africa 
Covid, Iss: Friuli Venezia Giulia in zona gialla. Rt a 1.23, incidenza in crescita
Covid Germania, dati di oggi: 76mila contagi, 357 morti. In rianimazione 4mila persone
Covid Padova, terapia intensiva satura: "È partita la quarta ondata, siamo al limite"