Terapie monoclonali
Terapie monoclonali

Veneto, 25 agosto 2021 - Sono 847 i positivi al Covid 19 trovati in Veneto nelle ultime 24 ore, il 2,02% dei tamponi effettuati (i test effettuati ieri sono stati 41.870, di cui 17.540 molecolari e 24.300 antigenici). É una e vera e propria impennata, con un +377,  rispetto a ieri quando i casi erano 470. 
Costante il numero dei positivi ad oggi in isolamento, 12.537 (+99). 
Il totale dei ricoverati è di 262, in calo di 11 rispetto a ieri. In dettaglio i ricoverati nei reparti ordinari sono 212 (-6) e quelli in terapia intensiva sono 50 (-5). Cinque i decessi nelle ultime 24 ore.

Zaia: "A Rovigo deceduto in terapia intensiva un no vax"


"A Rovigo abbiamo in terapia intensiva un 32 enne, un 57 enne e un 71 tutti non vaccinati mentre un 54 enne, non vaccinato e senza patologie è morto". Lo ha reso noto il governatore del Veneto Luca Zaia, ricordando l'importanza della vaccinazione per limitare l'effetto del Covid. 

I dati dei contagiati per provincia

La provincia col maggior numero di contagiati nelle ultime 24 ore è Treviso con 200 casi; seguono Padova con 167,  Venezia con 152, Verona con 132,  Vicenza con 101, Rovigo con 49 casi e Belluno con 29.

Monoclonali a tutti coloro che ne fanno richiesta 

"Stiamo cercando di irrobustire la rete di informazione per cui qualsiasi cittadino che ha sintomi è candidabile alla somministrazione delle monoclonali e quindi ne potrà chiedere la somministrazione". Lo ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia ,ricordando che il Veneto somministra il 50% di terapie con anticorpi monoclonali in Italia e che lo scorso 9 agosto l'Aifa ha deciso che qualsiasi paziente è candidabile alla somministrazione. Per questo, ha ricordato, il direttore generale della Sanità del Veneto, Luciano Flora, scriverà nei prossimi giorni a tutte le Ulss per informarle e ribadire la possibilità di attivare quel percorso per qualsiasi positivo sintomatico lo richiedesse.

Vaccinazioni: ha completato il ciclo il 59,4% della popolazione

Dal bolletino regionale emerge che ha completato il ciclo vaccinale il 59,4% dell'intera popolazione residente, pari a 2.881.385 persone. Le persone con almeno una dose sono 3.335.408, pari al 68,7% dei residenti. Ieri sono state somministrate 19.784 dosi, di cui 8.411 prime dosi, che portano il totale a 6.117.466 dall'inizio della campagna vaccinale, per il 92,2% delle forniture giunte in Veneto. 
"Le vaccinazioni dai 12 ai 19 anni sono al 52.8% con almeno una dose e al 24,2 quelle completate. Non pensiamo di fare promozione" - ha dichiarato Zaia.
"Io non tifo per la terza dose ma se ci sarà che non ce lo vengano a dire a dicembre o gennaio perché altrimenti sarebbe troppo tardi. Noi abbiamo 54mila sanitari, 60mila nelle Rsa, 30 mila medici e 30mila ospiti, e poi abbiamo gli over 80 che hanno ormai 7, 8, 9 mesi alle spalle dalla vaccinazione, quindi ci dicano se gli anticorpi restano alti o iniziano a calare. Un'aiutino' immagino ci vorrà - ha concluso - ma, ecco, noi vogliamo farci il prossimo inverno in pace e non passarlo a contare morti".

Covid Veneto, 24 agosto: 470 nuovi casi e 2 decessi nelle ultime 24 ore
 

Covid Veneto, 719 positivi e 1 decesso. Fondazione Gimbe: "Vaccinazioni sotto la media"