Veneto, 4 dicembre 2021 - Veneto colpito dalla variante Omicron e con un boom di ricoveri che sta portando la Regione verso la zona gialla, come ha confermato ieri il presidente della Regione Luca Zaia.

Covid Veneto 5 dicembre, oggi 2.219 casi e oltre 38mila persone in quarantena

Ieri sera la notizia del primo caso di variante Omicron del coronavirus registrato in Veneto: un vicentino 40enne rientrato dal'Africa. Il sequenziamento del suo tampone non ha lasciato dubbi: si tratta della temuta mutazione africana del Covid. 
Covid Veneto, variante Omicron: primo caso un vicentino 40enne. Zaia: "Massima allerta"

Bollettino Covid Veneto del 4 dicembre 2021

Ma, nella giornata di ieri, anche le dichiarazioni del Governatore secondo le quali la Regione rischia di entrare in fascia gialla: "A tenere il Veneto in zona bianca è solo l'occupazione dei letti di area medica, perché gli altri due parametri considerati, incidenza su 100.000 abitanti e occupazione delle terapie intensive, da sole proietterebbero la regione in zona gialla da subito".
Covid Veneto, oggi 3 dicembre: 3.116 contagi. Zaia: "Appesi al filo dei ricoveri"


A questo proposito i dati di oggi non sono confortanti. Perché se il numero dei contagiati, dopo il picco di ieri di 3.116, è in discesa ma comunque con una soglia molto alta, tutti gli altri parametri, in particolare proprio i ricoveri nelle aree mediche, sono ancora in rialzo.

Le persone ricoverate sono 755 di cui 122 in terapia intensiva (+1) e 633 in area medica: 28 in più rispetto al dato del giorno precedente. 
Oggi 8 i decessi (-1 rispetto ai 9 di ieri). I decessi totali da inizio pandemia hanno raggiunto oggi la triste 'quota' di 12 mila veneti uccisi dal Covid 19.

I nuovi casi di coronavirus registrati oggi sono 2.560, a fronte dell’effettuazione di 21.204 tamponi molecolari e 74.282 antigenici riporta il bollettino Covid diramato oggi dalla Regione Veneto.
I veneti attualmente in isolamento perché contagiati dal virus sono 37.004.
 

I contagi nelle province del Veneto

A registrare ieri il maggior numero di persone risultate positive al tampone è la provincia di Treviso con 607 casi: nel territorio ad essere in quarantena sono 6.609 persone. Ad avere il maggior numero di veneti costretti all'isolamento, invece, è ancora Padova, con quasi 8 mila persone (7.967), anche se il numero di nuovi positivi è in calo: 425.
Sono Venezia e Vicenza a fare registrare nel bolletino regionale la maggior incidenza di nuovi casi: 476 nella città lagunare e nel suo territorio, con 6.844 persone in quarantena e 473 nel Vicentino con 6.220 persone in isolamento. Tra questi il 40enne con la variante Omicron del Covid, sua moglie e uno dei suoi figli, risultati contagiati ma di cui si attende l'esito del sequenziamento per sapere se hanno contratto anche loro la mutazione africana del coronavirus. 
Terza dose vaccino ed effetti collaterali. Domande e risposte anche sulla variante Omicron.

Segue poi Verona con 412 positivi al tampone e 4.241 in quarantena, e come sempre a distanza, Belluno con 97 nuovi casi (928) e Rovigo con 42 (1.120). Ci sono infine 28 casi tra domiciliati fuori regione e assegnazio in corso (3.075).

La situazione negli ospedali: verso la zona gialla

Continuano a salire i ricoveri ospedalieri, parametro che, come ha spiegato ieri il presidente della Regione Luca Zaia, sta portando il Veneto verso la zona gialla: "Due i parametri superati dal Veneto per passare di zona dal bianco al giallo - erano state le sue parole - questa settimana siamo appesi al filo dell’occupazione dell’area medica non critica" dove la percentuale è ora all'8%, la soglia critica è il 15%". 

I singoli ospedali con il maggior numero di ricoverati per il coronavirus (considerando quelli con più di 20 ricoveri totali Covid), stando al bollettino regionale di oggi, sono quello di Padova, con 79 persone di cui 61 nei reparti ordinari e 18 in intensiva, il Vittorio Veneto di Treviso con 68 pazienti, di cui 4 in rianimazione, e, sempre nel Trevigiano, il Cà Foncello con 57 casi, di cui 8 nel reparto per acuti e, infine, Vicenza, con 56, di cui 6 in intensiva, seguito, nel Vicentino, dall'ospedale Sant'Orso,  con 31 casi, di cui 29 nei reparti 'ordinari', e dal Bassano 23 (di cui in rianimazione).
Come ottenere il Super Green pass


Sempre a Padova 43 i ricoveri al S.Antonio, di cui 33 nei reparti ordinari. A Schiavonia, nel Padovano, 34 i malati in reparti ordinari e 9 in rianimazione. 
Nel Veneziano 30 pazienti in degenza e 5 in rianimazione a Dolo, 24 nei reparti ordinari a Jesolo, 20 (di cui 5 in intensiva) a Mestre.
Nel Veronese scendono a 16 ordinari e 3 intensivi all'ospedale di Legnago, mentre a Verona sono complessivamente 34 casi di cui 17 a Borgo Roma e 17 (di cui 8 in rianimazione) a Borgo Trento. Infine anche in provincia di Rovigo numeri in crescita all'ospedale di Trecenta con 22 pazienti Covid, di cui 2 in intensiva.


La campagna vaccinale in Veneto: è corsa alla terza dose

Il report regionale segnala per ieri un totale di 45.727 dosi somministrate, di cui 40.495 sono addizionali o booster. La popolazione che ha ricevuto la terza dose è pari a 635.032 persone, il 14% degli over 12. Le prime dosi a chi non si è mai vaccinato sono state 3.218, le secondo a completamento del ciclo 2.014.
La popolazione residente immunizzata è al 75,9%, come riportato dal bollettino.  La percentuale sale all'84,2%, invece, considerando gli over 12 compresi i veneti non residenti. 
Covid Veneto: centri tampone Ulss chiusi ai no vax, test solo con sintomi

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO