Bollettino Covid Veneto 6 dicembre 2021
Bollettino Covid Veneto 6 dicembre 2021

Veneto, 6 dicembre 2021 - Netto calo dei contagiati in Veneto nelle ultime 24 ore, con un numero totale che scende sotto le 2 mila persone, anche se il trend potrebbe esere legato al fattore week end.
In crescita i ricoveri nei reparti ordinari mentre vola verso le  40 mila il numero delle persone in isolamento nella regione.

L'aggiornamento "Veneto in zona a gialla a Natale". La previsione del governatore Zaia

Il bollettino del 7 dicemnbre Covid Veneto 7 dicembre, oggi 2.960 casi. Zaia in diretta dalle 12.30: tutti i dati

I nuovi casi di coronavirus registrati oggi sono 1.709, a fronte dell’effettuazione di 13.718 tamponi molecolari e 24.673 antigenici, riporta il bollettino Covid diramato oggi dalla Regione Veneto.
I veneti attualmente in isolamento perché contagiati dal virus sono saliti a 39.238.
Covid Veneto 5 dicembre, oggi 2.219 casi. Terapie intensive al 12%, zona gialla vicina

Le persone ricoverate sono 822 di cui 122 in terapia intensiva (-1) e 700 in area medica: 44  in più rispetto al dato del giorno precedente. 
Oggi 2 i decessi, che porta il totale da inizio pandemia a 12.005.
 

Zaia, "molte comunità" in zona arancione: il Super Green pass evita le chiusure

Ieri il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, in tv alla trasmissione 'Controcorrente' di Rete4, si è dichiarato a favore del Super Green pass, come strumento, insieme ai vaccini, indispensabile per evitare lockdown, data la crescita dei contagi, e soprattutto, dei ricoveri: "Se passassimo in zona arancione, e non escludo che succeda per molte comunità, la zona arancione prevede la chiusura dei confini comunali e chiusura di molte attività quali bar, ristoranti e altro: resteranno aperti grazie al Super Green pass. Io sono contro l'obbligatorietà del vaccino ma è pur vero che dobbiamo pensare alla salute della comunità". 
Covid Veneto, Zaia: "Comunità che passano in arancione aperte grazie al Super Green Pass"

I contagi nelle province del Veneto: Treviso prima per nuovi casi, il 'caso' di Rovigo

A registrare ieri il maggior numero di persone risultate positive al tampone è stata ancora la provincia di Treviso con 474 casi: nel territorio ad essere in quarantena sono 7.100 persone. Ad avere il maggior numero di veneti costretti all'isolamento, invece, è ancora Padova, con oltre 8 mila persone (8.444), anche se il numero di nuovi positivi è in calo: 235.
É poi Venezia ad avere il numero più alto sia di contagiati, 377 in 24 ore, che di persone in quarantena, 7.189. Segue quindi Vicenza con 234 nuovi casi e 6.648 vicentini costretti all'isolamento perché infettati dal virus. Tra questi il 40enne con la variante Omicron del Covid, sua moglie e uno dei suoi figli, risultati contagiati ma di cui si attende l'esito del sequenziamento per sapere se hanno contratto anche loro la mutazione africana del coronavirus A Verona 143 persone positive al tampone in 24 ore e 4.508 in isolamento.
Rovigo, provincia che di norma ha un  numero molto basso di nuovi casi, registra un focolaio con una impennatadi nuovi casi: 170 e 1.229 persone in quarantena.
Infine Belluno con 61 contagiati e 980 costretti alle misure restittive anti contagio. Sono poi 15 i domiciliati fuori dal Veneto (con 1.712 persone in quarantena, cui si aggiungono altre 1.398 il cui caso è in corso di asegnazione).


La campagna vaccinale in Veneto: calo nel week end ma sempre alte le terze dosi

Il report regionale segnala per ieri un totale di 33.245 dosi somministrate, di cui 29.883 sono addizionali o booster. La popolazione che ha ricevuto la terza dose è pari a 693.290 persone, ossia il 14,3% degli over 12. Le prime dosi a chi non si è mai vaccinato sono state 2.297, le secondo a completamento del ciclo 1.065.
La popolazione residente immunizzata è al 75,9%, come riportato dal bollettino emesso oggi dallan Regione Veneto.  La percentuale sale all'84,2%, invece, considerando gli over 12 compresi i veneti non residenti. 

La situazione negli ospedali del Veneto: crescono ancora i ricoveri nei reparti ordinari 

Continua a restare alto il numero dei pazienti ricoverati, con una crescita soprattutto nei reparti ordinari che potrebbe portare il Veneto in zona gialla o arancione: 822 il totale dei Veneti che hanno necessitato delle cure ospedaliere per il Covid 19. 
Nei reparti medici sono attualmente in cura 700 persone (+44), mentre quelle in terapia intensiva sono 122 (-1). 
Tanti gli ospedali del Veneto con più di 20 pazienti Covid. 
In prima linea quelli di Padova: 64 persone con sintomi da coronavirus tali da necessitare un ricovero sono nell'Azienda Ospedaliera, cui si aggiungono 18 infettati in terapia intensiva. Altre 32 sono al Sant'Antonio da Padova, cui vanno sommati altri 10 in rianimazione.
A Schiavonia, sempre nel Padovano, 34 i malati in reparti ordinari e 9 in rianimazione. 
É poi l'ospedale di Vicenza a registrare un alto numero di malati Covid, 50 in degenza e 6 in intensiva, seguito dall'ospedale Sant'Orso, nell'Alto Vicentino, con 34 casi (2).
A Treviso, che ha il maggior numero di nuovi casi, sono 68 i ricoverati per il Covid al Cà Foncello, di cui 7 in terapia intensiva, e ben 64, di cui 3 in rianimazione, al Vittorio Veneto.
Nel Veneziano 34 pazienti in degenza e 5 in rianimazione a Dolo, 19 ordinari e 6 in intensiva a Mestre, 24 (senza acuti) a jesolo.  
Nel Veronese sono 18 ordinari e 3 intensivi all'ospedale di Legnago cui si aggiungono, a Verona, 23 ricoveri ordinari nell'ospedale di Borgo Roma e 9 ordinari e 8 in terapia intensiva in quello di Borgo Trento.
infine numeri elevati anche all'ospedale di Trecenta, nel Rodigino (dove i contagiati hanno subito un'impennata), con 24 in reparti Covid ordinari e 9 in terapia intensiva.








Notizia in aggiornamento
Come ottenere il Super Green pass