Il presidente del Veneto, Luca Zaia, comunica il bollettino alla stampa
Il presidente del Veneto, Luca Zaia, comunica il bollettino alla stampa

Venezia, 7 maggio 2021 Evidente discesa per quanto riguarda i nuovi positivi al Covid-19 in Veneto nelle ultime 24 ore. Come comunicato nel bollettino odierno i casi sono 629, 221 meno rispetto ai dati di ieri. Salgono i decessi: sono 10, 3 in più. A fronte dei 40.280 tamponi effettuati, il tasso di incidenza si attesta a 1,56%: “La giornata con la minore incidenza della terza ondata del coronavirus”, ha detto il presidente Luca Zaia in conferenza stampa.

Da febbraio 2020 il totale degli infetti sale così a 416.451, i decessi invece sono stati 11.414. Gli attualmente positivi nella Regione sono 19.629. Sinora sono stati effettuati 4.452.985 test rapidi e 5.106.219 tamponi molecolari

Ancora in calo ricoveri e terapie intensive

Il dato migliore da ormai diverse settimane resta quello degli ospedalizzati, con i numeri che continuano a scendere. I ricoverati totali in Veneto per malattia da Covid-19 sono 1.208 (-53). Di questi: 1.066 (-47) occupano i reparti non critici, mentre 162 (-6) si trovano in terapia intensiva. I dimessi, e quindi i guariti, dall’inizio della pandemia sono 20.880.

Covid Veneto, bollettino 6 maggio: oggi contagi in aumento, +850. Rt sale a 0,95

Vaccino, quasi 2 milioni di somministrazioni

Ieri sono state 44.774 le dosi di vaccino somministrate in Veneto, dato che porta il totale a 1.925.867. Per 35.049 persone si è trattato della prima dose, il che fissa il tetto complessivo delle prime inoculazioni a 1.344.074. Per 9.725 veneti è stato invece completato il ciclo vaccinale.

Quanto alle fasce d'età, almeno una dose è stata somministrata al 96,3% di chi ha più di 80 anni. Gli ultrasettantenni con almeno una inoculazione sono il 78,4%, gli over 60 il 46,8%.

Il Veneto resta in zona gialla

Nel pomeriggio è arrivata la conferma che il Veneto resterà in zona gialla nonostante l’indice Rt sia vicino alla soglia consentita dell’1. Sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, infatti, il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà l'ordinanza che entrerà in vigore il prossimo 10 maggio e che non cambia la colorazione della Regione. Ad anticiparlo, nella consueta conferenza stampa post comunicazione del bollettino Covid, era stato il presidente del Veneto, Luca Zaia. Il governatore aveva evidenziato come ci sia "un’incidenza bassa” dell'indice Rt.