Quotidiano Nazionale logo
2 gen 2022

Covid Veneto, oggi 2 gennaio, 13 morti e 3.816 contagiati. Oltre 100mila in quarantena

Le persone ricoverate sono 1.466 di cui 1.264 nei reparti ordinari e 202 in terapia intensiva. Cosa fare in caso di quarantena: le indicazioni della Regione PDF

Approfondisci:

Covid Veneto 1 gennaio, oggi l'anno inizia con un record negativo: 14.270 casi e 12 morti

Approfondisci:

Super Green pass, lavoro e vaccino obbligatorio: si decide il 5 gennaio

Approfondisci:

Zona arancione: quanto rischiano Marche e Veneto. Allarme giallo per l'Emilia Romagna

Bollettino Covid Veneto 2 gennaio 2022
Bollettino Covid Veneto 2 gennaio 2022
Approfondisci:

Tampone fai da te: come si fa e come leggere il risultato

Approfondisci:

Padova, rinviata 'per Covid' la fiera Itinerando che era in programma il 29 e 30 gennaio

Cosa fare in caso di quarantena: le indicazioni della Regione Veneto

La Regione Veneto ha diffuso un estratto riassuntivo della più recente circolare ministeriale con le indicazioni delle misure per la quarantena e l'isolamento.

Ecco come ci si deve comportare.

​1. Quarantena e sue modalità alternative

Contatti stretti (ad alto rischio):

1) soggetti non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario (ad esempio abbiano avuto solo una dose delle due previste)o che abbiano completato il ciclo vaccinale da meno di 14 giorni. Rimane inalterata l'attuale misura della quarantena prevista nella durata di 10 giorni dall'ultima esposizione al caso, al termine del quale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo

2) soggetti che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, e che abbiano tuttora in caso di validità il Green pass, se asintomatici: la quarantena ha durata di 5 giorni, purché al termine di tale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo

3) soggetti asintomatici che:

- abbiano ricevuto la dose booster, oppure
- abbiano completato il ciclo vaccinale primario nei 120 giorni precedenti, oppure
- siano guariti da infezione da SarCov2 nei 120 giorni precedenti
non si applica la quarantena ma si deve osservare il periodo di auto-sorveglianza. Il periodo di auto-sorveglianza termina al giorno 5.
Vi è l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo Ffp2 per almeno 10 giorni dall'ultima esposizione al caso
É prevista l'effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell'antigene SarCov2 alla prima comparsa dei sintomi

4) operatori sanitari:
devono eseguire tamponi su base giornaliera fino al quinto giorno dall'ultimo contatto di caso comunitario.

Contatti a basso rischio

Non è necessaria quarantena qualora abbiano indossato sempre le mascherine chirurgiche o Ffp2, ma dovranno essere mantenute le comuni precauzioni igienico sanitarie.
Se non è stato possibile garantire l'uso della mascherina, tali contatti dovranno sottostare a sorveglianza passiva.

2. Isolamento

Soggetti contagiati che abbiano precedentemente ricevuto la dose booster, o che abbiano completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni, l'isolamento può essere ridotto da 10 a 7 giorni, purché i medesimi siano sempre stati asintomatici, o risultino asintomatici da almeno 3 giorni e alla condizione che, al termine di tale periodo, risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo.


 

Approfondisci:

Bloccati in casa dalle quarantene, come si esce dall'isolamento? Domande e risposte

Campagna vaccinale in Veneto al minimo storico

Approfondisci:

Covid, dal Super Green pass alla quarantena: calendario delle restrizioni fino a marzo

 

Ricevi l'informazione di qualità direttamente a casa tua con le nostre testate.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?