La nebbia impedisce il recupero del corpo escursionista tedesco precipitato sul Cristallo
La nebbia impedisce il recupero del corpo escursionista tedesco precipitato sul Cristallo

Cortina d'Ampezzo (Belluno), 21 ottobre 2021 - É stato ritrovato senza vita il trentunenne tedesco non rientrato ieri dalla Ferrata Dibona, itinerario impegnativo sulla cresta principale sul Monte Cristallo, a nord-est di Cortina d'Ampezzo (Belluno). La squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Veneto salita a piedi questa mattina, si è calata per oltre 100 metri nel canale tra il Vecio del Forame e Forcella Alta, dove il tracciamento del cellulare ne segnalava la probabile presenza dal pomeriggio. I soccorritori assieme alla Guardia di finanza e ai Carabinieri hanno poi attrezzato le calate nel punto sottostante il percorso e hanno iniziato a scendere, ritrovando prima lo zaino poi il corpo, a circa 2.700 metri di quota.

La nebbia impedisce le operazioni di recupero del corpo

"A causa della nebbia persistente non è stato ancora possibile provvedere al recupero del corpo senza vita dell'escursionista tedesco, precipitato ieri in un canale mentre percorreva la Ferrata Dibona sul Cristallo". Così la nota del Soccorso Alpino del Veneto che sottolinea che questa mattina "una squadra del Soccorso alpino di Cortina, della Guardia di finanza e dei Carabinieri è salita a piedi, altre due con l'attrezzatura sono state trasportate più in alto possibile dall'elicottero dell'Air service center, convenzionato con il Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi. Soccorritori di Dobbiaco assieme all'assistenza psicologica di Brunico stanno dando sostegno alla famiglia dell'uomo".