Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 lug 2022
28 lug 2022

Meteo Veneto: in arrivo rovesci e temporali, ecco dove 

Allerta gialla a partire dal tardo pomeriggio di oggi 28 luglio fino al primo mattino di sabato 30 luglio 

28 lug 2022
featured image
Maltempo
featured image
Maltempo

Venezia, 28 luglio 2022 - In Veneto si prevede instabilità pomeridiana oggi giovedì 28 luglio  con possibili fenomeni intensi sulle Dolomiti.
Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione del  Veneto ha emesso oggi un avviso in cui sono previsti anche, tra domani e il primo mattino di sabato, probabili rovesci e temporali sparsi, dapprima sulle zone montane e, in successiva estensione, sulle pianure. 

Possibili fenomeni localmente intensi come forti rovesci, forti raffiche di vento, locali grandinate. Per questo è stato stabilito lo stato di Attenzione (allerta gialla) per possibili criticità idrogeologiche. 

Approfondisci:

Meteo Emilia Romagna, allerta temporali: ecco dove

Le previsioni per domani 29 luglio 

Residui rovesci notturni su Trentino-Alto Adige, Veneto occidentale e pianura lombarda, anche temporaleschi su quest'ultima, in successivo assorbimento; molte nubi compatte sulle altre aree alpine e su quelle appenniniche con rovesci e temporali sparsi, in diffusione nel pomeriggio verso le pianure di Piemonte, restanti aree liguri, Lombardia ed Emilia-Romagna con fenomenologia localmente anche intensa; nella sera migliora su Valle d'Aosta, Piemonte settentrionale ed occidentale, nonchè sul nord della Lombardia con ampie aperture, mentre i rovesci e temporali, localmente anche di forte intensità, si estenderanno al Veneto ed al Friuli-Venezia Giulia. 

Temperature minime in calo su alpi piemontesi, basso Piemonte, pianura lombarda, Emilia ed entroterra siciliano; in rialzo su Alto Adige, Veneto centrosettentrionale, Friuli-Venezia Giulia, bassa Romagna, Sardegna, Marche e Basilicata; stazionarie sul resto del Paese; massime senza variazioni su Valle d'Aosta, nord Veneto, settore Friuli-Venezia Giulia, Sardegna orientale e meridionale, Toscana, Umbria, basso Lazio, Campania, Calabria tirrenica e Sicilia centroccidentale; in aumento sul resto d'Italia. 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?