Confartigianato del Veneziano dice sì al Super green pass
Confartigianato del Veneziano dice sì al Super green pass

Venezia, 25 novembre 2021 - La Confartigianato Metropolitana di Venezia promuove il Super green pass. "Alla luce del rischio, da evitare con ogni mezzo, di un possibile cambio di colore e quindi nuove restrizioni e difficoltà pass - dice il presidente della Confartigianato Metropolitana Imprese Venezia Siro Martin -, l'introduzione del Super green pass è l'unica strategia possibile che abbiamo a disposizione per non limitare il rischio di rifermare di nuovo tutta l'economia in un momento delicato e sociale come quello delle feste natalizie".
Covid Veneto 25 novembre: oltre 2mila casi. Zaia: "Restiamo zona bianca ma vaccinatevi"

"Regolare il sistema dei controlli"

"È una decisione che non sfida nessuno - aggiunge -, è semplicemente un alzare l'asticella della sicurezza sociale e sanitaria di chi si è vaccinato e a tutela di tutti in una fase molto delicata, perché tutti possiamo ammalarci e morire di Covid. Occorre però con la stessa rapidità regolare in maniera precisa e chiara - rileva - il sistema dei controlli per evitare caos ed incomprensioni". "Intanto per supportare 'l'esercito' che lavora per le feste rimasto senza feste causa precedenti restrizioni Covid - ricorda - sono in arrivo 23 milioni di euro a fondo perduto". 
Green pass super e base: le differenze anche tra zona bianca e gialla

Complessivamente, spiega Confartigianato, nella provincia metropolitana di Venezia ci sono ben 8.323 imprese legate al mondo delle feste (e matrimoni), pari al 10,8% del totale di tutte le imprese presenti sul territorio. Di queste 3.064, cioè il 36,8% del complessivo, sono artigiane, praticamente 1 su 3, e comprendono i settori: benessere parrucchieri ed estetiste), aimentare , atività fotografiche, moda e il comparto artistico.