Una veduta di Chioggia
Una veduta di Chioggia

Chioggia, 4 ottobre 2021 – Espugnata dal centrodestra la cittadella dei pentastellati, Mauro Armenelao conquista Chioggia al primo turno, staccando il Pd di oltre 35 punti. Un distacco di 12.240 mila voti, la vittoria schiacciante di Armenelao appare certa, in vetta con il 55,64%. Crolla quindi il Movimento 5 Stelle – che aveva guidato l'amministrazione negli ultimi cinque anni con il sindaco Alessandro Ferro, che nel 2016 aveva ottenuto al primo turno il 21,84% la candidatura di Daniele Stecco non convince e oggi appare sconfitto con l’8,75%. Il Pd si piazza al secondo posto con il 19,47% di preferenze al candidato Lucio Tiozzo Fasiolo. Il no vax appoggiato da Grande Nord, Mirco Righetto, si ferma invece all'1,51%, e finisce in fondo alla lista, subito dietro Alessandra Penzo, con il 5,62% delle
“Dopo cinque anni di amministrazione, innovativa e senza risparmio, aspettavamo un risultato diverso: ma eravamo consapevoli delle difficoltà di una riconferma. Le cittadine e i cittadini hanno compiuto una scelta diversa, e la sovranità popolare è indiscutibile”, commenta Stecco in una nota diramata a scrutinio ancora aperto, quando pare ormai evidente che Armelao passa al primo turno. “La speranza – continua – è che i traguardi raggiunti dall'amministrazione 5 Stelle non vengano smantellati, sarebbe un danno per la città. Da parte nostra sarà un'opposizione concreta,
nei fatti, a rappresentanza di coloro che ci hanno dato fiducia: controlleremo che quanto è stato seminato in questi anni venga realizzato, solleciteremo affinché gli ingenti fondi che dovranno
arrivare vengano utilizzati in modo proficuo per la città", assicura. Elezioni comunali Veneto, 84 Comuni scelgono il sindaco: i risultati in tempo reale


Sei candidati alla guida della città

A correre per la guida della città sono 6 candidati sindaco con 11 liste complessive, sostenuti da 273 candidati al ruolo di consigliere, di cui 143 donne e 94 uomini. Per questa tornata amministrativa il M5s sosterrà la candidatura di Daniele Stecco, 43 anni, affiancandosi alla civica Chioggia sempre!. Gli altri candidati sono Mirco Righetto, 56 anni, della lista Grande Nord - Rinascere, Lucio Tiozzo Fasiolo, 64 anni, del Partito Democratico e della civica 'Lavoro, competenza, ambiente, Chioggia riparte', Alessandra Penzo, 40 anni, unica donna, sostenuta da Obbiettivo Chioggia, Roberto Rossi , 66 anni, a capo di Energia Civica, Mauro Armelao, 49 anni, sostenuto da 4 liste: Chioggia protagonista, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega Salvini. A Chioggia sono chiamati al voto, suddivisi in 50 seggi cittadini (di cui 1 ospedaliero),  41.762 residenti di cui 21.110 donne e 20.652 uomini (i dati sono riferiti a 15 giorni dal voto, fonte Prefettura di Venezia).

Risultati e affluenza: i dati in diretta a Chioggia e negli altri Comuni al voto in provincia di Venezia

 

Città metropolitana di Venezia: 11 comuni al voto per un totale di 131.838 persone

Nella Città metropolitana di Venezia, in totale, sono chiamate al voto 131.838 persone (di cui 67.062 donne e 64.776 uomini; 156 le sezioni elettorali totali) per eleggere i sindaci di 11 comuni. Di questi solo Chioggia ha una popolazione superiore ai 15 mila abitanti. Gli altri comuni, più piccoli, sono Campolongo Maggiore (8.820 votanti), Caorle (9.774), Cavarzere (12.299), Dolo (12.399), Fiesso D'Artico (6.601), Fossò (5.661), Musile di Piave (9.330), Quarto D'Altino (6.644). San Michele al Tagliamento (10.864), Vigonovo (7.684). I dati sono riferiti a 15 giorni dal voto, fonte Prefettura di Venezia.