Quotidiano Nazionale logo
11 gen 2022

Ritrovate due statue trafugate 30 anni fa a Venezia. Erano in vendita su internet

A metterle in vendita è stata un'antiquaria di Reggio Emilia, risultata però estranea al furto avvenuto nel '92  nella chiesa lagunare di San Clemente. Un valore di 100mila euro, le statue risalgono al Seicento

featured image
Cappella Morosini

Venezia, 11 gennaio 2022 – Ritrovate due statue trafugate 30 anni fa a Venezia, opere del seicentesche messe in vendita su un sito internet specializzato. Un valore complessivo di circa 100mila euro. Le opere erano state trafugate nel ‘92 dalla chiesa lagunare di San Clemente, i “caschi blu della cultura” le hanno ritrovate in Emilia Romagna.

Approfondisci:

Roma, il lavoro dei 'caschi blu della cultura' in mostra a Castel Sant'Angelo

Le statue ritrovate dai carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di Firenze fanno parte del monumento funebre dei fratelli Pietro e Lorenzo Morosini situato all'interno della chiesa di San Clemente. Le opere, risalenti nel periodo tra il 17esimo e 18esimo secolo, sono state individuate tra i beni d'arte in vendita su un sito internet specializzato. Le indagini sono state coordinate dalla procura di Reggio Emilia, che ha disposto la restituzione delle statue alla società proprietaria dell'ex edificio di culto, ora parte di un complesso alberghiero.

Approfondisci:

Napoli, ritrovate le statue rubate in chiesa dalla suocera dei boss

A mettere in vendita la statue su internet è stata la titolare di un negozio di antiquariato di Reggio Emilia, risultata estranea ai fatti. La donna, secondo quanto accertato, aveva ricevuto le opere in conto vendita da un pensionato 68enne residente in provincia di Mantova, che a sua volta le aveva ricevute in dono da una terza persona, anche questa risultata essere possessore in buona fede.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?