Torna la Venicemarathon
Torna la Venicemarathon

Venezia, 19 ottobre 2021 - Dopo l’edizione virtuale e la corsa simbolica “OneForAll” del 2020, domenica 24 ottobre si torna a correre tra vicoli e piazze per la Venicemarathon, giunta alla 35ma edizione. Oltre 10 mila runner, provenienti da più di 60 nazioni, sono attesi alla maratona con partenza da Villa Pisani, a Stra, e arrivo in Riva Sette Martiri, a Venezia. La 42 chilometri prenderà il via alle 9.30 e vedrà oltre 4mila partecipanti con nomi importanti del mondo dell’atletica. Saranno invece più di seimila gli atleti che correranno la 10 chilometri in partenza alle 8.30 dalla porta blu del Parco San Giuliano. Complessivamente più di 10mila runner, di cui circa tremila donne e diversi stranieri. “Una manifestazione che quest’anno assume un significato importante – sottolineano gli organizzatori – non solo perché segna una nuova ripartenza del mondo dello sport all’insegna della speranza, ma anche perché rientra tra iniziative per le celebrazioni dei 1600 anni della città, a cui sarà dedicata la medaglia della manifestazione”.  Anche quest’anno l'evento si lega ai temi della solidarietà, con la raccolta di fondi per numerosi progetti tra cui “EndPolioNow” per la lotta globale contro la poliomelite che il Rotary International porta avanti da oltre 30 anni. Per il quarto anno consecutivo sarà l’atleta paralimpica Giusy Versace a fare da madrina della manifestazione sostenendo il Venicemarathon Charity Program.

Il programma della manifestazione

Venerdì 22 ottobre si entrerà nel vivo della kermesse con l’apertura al parco San Giuliano del 30° Exposport, con oltre 3000mq di esposizione fieristica in ambito sportivo, turistico, del benessere e del tempo libero.

Sabato 23 ottobre è in programma la Family run, corsa non competitiva di quattro chilometri, che coinvolgerà come sempre studenti, giovani e famiglie.

Domenica 24 ottobre sarà il giorno della maratona, trasmessa in diretta da RaiSport: dopo aver attraversato la Riviera del Brenta, gli atleti raggiungeranno la terraferma veneziana (Malcontenta, Marghera e Mestre, dove la gara vedrà il passaggio “dentro” il museo del ‘900). Il percorso prevede poi il passaggio al Parco di San Giuliano e lungo il ponte della Libertà. La gara proseguirà nell’area portuale per raggiungere il ponte galleggiante che unisce Punta della Dogana ai Giardini Reali. L’ultimo tratto vedrà i maratoneti correre lungo piazza San Marco e palazzo Ducale fino al traguardo, ai giardini della Biennale.

Il tragitto sarà completamento chiuso al traffico grazie all’aiuto delle forze dell’ordine e di oltre 400 volontari della Protezione civile.