Quotidiano Nazionale logo
21 mag 2021

Verona, arriva il Giro d’Italia 2021: tutto quello che c’è da sapere

Quest’anno, a causa del Covid-19, sarà una gara con arrivo a porte chiuse. Ecco i dettagli sul percorso

Italian Vincenzo Nibali Bahrain-Merida team on his arrival at the 21st and last stage of the 102th Giro d'Italia cycling race, Verona, Italy, 2 June 2019.  ANSA/ALESSANDRO DI MEO
L'arrivo nel 2019 all'Arena di Verona

Verona, 21 maggio 2021 - È arrivato l’atteso giorno del Giro d’Italia per le vie di Verona. La tredicesima tappa della Corsa Rosa, con partenza da Ravenna, vede il suo traguardo previsto intorno alle 17 nella città scaligera. In tutto 198 chilometri, per una frazione completamente in pianura che attraverserà prima le strade del Ferrarese, del Polesine e del Mantovano.

Nella ricorrenza dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, sarà una tappa interamente dedicata al poeta fiorentino, che morì a Ravenna nel 1321 e soggiornò per sette anni a Verona durante il periodo dell’esilio.

Il percorso nella città di Verona

La corsa partirà da Ravenna alle 12.35 per arrivare a Verona in Corso Porta Nuova, all'altezza di piazza Pradaval, intorno alle 17. In particolare, una volta superato Castel d'Azzano, i ciclisti arriveranno in città dalla parte sud, percorrendo via Vigasio, il sottopasso della ferrovia e il sovrappasso dell'A4, via dell'Esperanto, via Copernico, viale del Lavoro, il cavalcavia di viale Piave, il sottopasso della ferrovia su viale Piave, piazzale Porta Nuova, Corso Porta Nuova fino all'arrivo all'altezza di Piazza Pradaval. La Polizia Locale ha già comunicato le modifiche alla viabilità nella città.

La città scaligera e il Giro d’Italia

A causa della pandemia, sarà una corsa a porte chiuse e quindi gli appassionati veronesi e i curiosi non potranno assistere a bordo strada al passaggio dei ciclisti e le forze dell’ordine saranno schierate per sorvegliare il rispetto delle misure anti Covid. 

Una situazione ben differente dal 2010 quando Ivan Basso sfilò in maglia rosa all’interno di un’Arena traboccante di persone. La città di Verona era stata infatti scelta come tappa finale del Giro d’Italia, situazione che si è ripetuta anche nel 2019 (a vincere fu l’ecuadoriano Richard Carapaz). Nel 2012 la città scaligera aveva invece ospitato la prima tappa della competizione ciclistica.

I festeggiamenti per Viviani portabandiera a Tokyo

Il Giro d’Italia arriva all’indomani di un’altra giornata di soddisfazione per gli appassionati veronesi di ciclismo. Il ciclista medaglia d’oro a Rio de Janeiro nel 2016 Elia Viviani, nativo di Isola della Scala, è stato infatti scelto, insieme alla tiratrice a volo Jessica Rossi, come portabandiera ufficiale dell’Italia alle Olimpiadi di Tokyo 2021.

“Se c’è una cosa che mi riempie di orgoglio è quando lo sport porta nel mondo il nome di Verona. Sicuramente questa è una di quelle notizie che fanno felice un intero territorio, in quel Tricolore Elia Viviani porterà a Tokyo l’emozione dei veronesi”, ha dichiarato il sindaco di Verona, Federico Sboarina.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?