Operai al lavro su un traliccio dell'alta tensione
Operai al lavro su un traliccio dell'alta tensione

Verona, 26 settembre 2021 - Un operaio di Enel è morto folgorato mentre stava lavorando su un traliccio. È accaduto nel pomeriggio, attorno alle ore 14.30, a Palù, in provincia di Verona. ​In un primo momento è intervenuto il 118, anche con l'elisoccorso ma per l'uomo non c'era più niente da fare. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco per recuperare il corpo dell'operaio.
Secondo una prima ricostruzione del Carabinieri di Zevio, l'uomo stava operando sul traliccio dell'energia elettrica per riparare un guasto alla rete elettrica, ed è rimasto folgorato. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti e degli addetti al lavoro c'è che l'operaio, intervenuto per ripristinare la linea, sia stato colpito da un fulmine. La dinamica dell'incidente è al vaglio dei tecnici dello Spisal (Servizio prevenzione igiene sicurezza ambienti di lavoro) dell'Ulss 9 Scaligera. 

A fine luglio un'altra 'morte bianca' nel Veronese

Un incidente mortale si era verificato in una azienda di trasporti, a Nogarole Rocca, sempre nel Veronese, il 30 luglio. A perdere la vita era stato un autotrasportatore 47enne, Davide Deboli, dipendete della ditta, rimasto schiacciato tra una ruota e il telaio del suo camion mentre stava eseguendo una manutenzione. Este, si arrampica sul traliccio e muore folgorato all'istante: forse una bravata
Davide Deboli morto a Verona, schiacciato dal camion