Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Gli astronauti tornano sulla Luna Intanto in orbita c’è Cristoforetti

Ancora una volta la Nasa, l’agenzia governativa responsabile del programma spaziale e della ricerca aerospaziale degli Stati Uniti d’America, è pronta per raggiungere il proprio obiettivo: destinazione Luna.

Le missioni si chiamano Artemis e Minerva e prevedono il ritorno dell’uomo, e per la prima volta della donna, sul suolo lunare nel 2024. Entrambe intendono celebrare la donna intitolando le missioni alle Dee dell’antichità. I primi test sulla navicella, denominata Orion, e sul razzo vettore sono stati effettuati dalla Nasa a metà marzo 2022 e, se supereranno anche i test futuri, saranno pronti per la missione. Secondo le stime il viaggio dovrebbe durare circa 11 ore.

La missione Artemis, informa la Nasa, prevede due fasi: Artemis 1 e Artemis 2. La prima volerà senza equipaggio probabilmente entro il mese di giugno 2022: se si concluderà con successo, la Nasa preparerà Artemis 2 come missione principale provvista di equipaggio. Il nome indica la dea greca della caccia, Artemide, personificazione della Luna crescente e sorella gemella di Apollo, nome usato in passato per il programma spaziale che vide i primi astronauti Armstrong, Aldrin e Collins sulla Luna.

Alla missione Minerva, come già sappiamo, partecipa anche Samantha Cristoforetti, astronauta italiana dell’Esa. La partenza verso la Stazione Spaziale Internazionale è stata effettuata il 27 aprile. Insieme agli astronauti statunitensi Bob Hines, Kjell Lindgren e Jessica Watkins, la Cristoforetti resterà nello spazio per circa cinque mesi, raccontando la vita in orbita attraverso Twitter, YouTube e TikTok. Il nome del programma "Minerva" è inspirato alla dea romana della saggezza per omaggiare la competenza che contraddistingue uomini e donne di tutto il mondo nella ricerca spaziale. Del passato ricordiamo la statunitense Mae Carol Jemison, prima donna afroamericana a superare l’orbita terrestre nel 1992 a bordo del Space Shuttle Endeavour, rimanendo nello spazio 190 ore, 30 minuti e 23 secondi. Protagoniste straordinarie di importanti missioni nello spazio, possiedono tutte la forza e la determinazione che contraddistinguono le Dee dell’antichità a cui sono state dedicate queste missioni.

Alberto Bencivenga

e Francesco Ferrara IIIF

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?