Aggredito dal branco. Pestato e rapinato a 17 anni

L’altra notte in via Nazario Sauro. Arrestato dalla polizia un egiziano minorenne. I tre complici che erano con lui sono riusciti a far perdere le loro tracce.

Aggredito dal branco. Pestato e rapinato a 17 anni

Aggredito dal branco. Pestato e rapinato a 17 anni

A diciassette anni, si è trovato da solo contro quattro. In pieno centro, in una zona dove, malgrado l’ora tarda, di sabato sera ancora qualcuno in giro c’era. Ma nessuno, neppure i suoi amici, sono riusciti ad aiutarlo. Erano le 4 del mattino, quando in via Nazario Sauro il ragazzo è stato accerchiato dal gruppo di coetanei, descritti come di origine nordafricana. Mentre tre lo tenevano fermo e gli frugavano addosso e nelle tasche, l’altro lo prendeva a pugni in faccia.

L’aggressione è terminata quando la banda è riuscita a strappare al ragazzino il borsello, con dentro il cellulare e il portafogli. Stava intanto passando nella strada una pattuglia del commissariato Due Torri San Francesco: la vittima, appena ha visto i lampeggianti blu, è subito corsa a chiedere aiuto agli agenti, raccontando loro quanto era appena accaduto, descrivendo i responsabili della rapina e indicando ai poliziotti la via di fuga. In via Nazario Sauro è arrivata anche una pattuglia delle Volanti e gli agenti, nel giro di pochi minuti, sono riusciti a rintracciare poco distante uno dei quattro aggressori, quello che materialmente aveva colpito il minorenne al volto.

Il ragazzo è stato bloccato in via Matteotti, mentre scappava in bici: si tratta di un diciassettenne egiziano residente con la famiglia in città che è stato riconosciuto senza dubbio dalla vittima. E, al termine degli accertamenti, è stato arrestato per rapina in concorso con persone rimaste ignote e accompagnato al minorile del Pratello. Proseguono, intanto, le ricerche dei tre ‘compari’.

L’aggressione dell’altra sera è solo l’ennesima messa a segno da bande di giovanissimi che, spostandosi sempre in branco, aggrediscono persone sole, per sottrarre loro poco o niente. Episodi che sempre più spesso avvengono in pieno centro: una settimana fa, in via Altabella, un ventinovenne era stato rapinato del portafogli da due giovanissimi nordafricani; pochi giorni prima, in via San Petronio Vecchio la stessa sorte era toccata a un venticinquenne, aggredito da quattro ragazzini che, dopo avergli sferrato un calcio in faccia, lo avevano ferito a una gamba con un oggetto tagliente, forse un coltello o un pezzo di vetro.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro