Amministrative, riecco le primarie. Idea ’gazebo day’ a fine febbraio

Amministrative, riecco le primarie. Idea ’gazebo day’ a fine febbraio

Amministrative, riecco le primarie. Idea ’gazebo day’ a fine febbraio

La parola d’ordine del Pd è trovare candidature unitarie. Ma, in caso non fosse possibile, come già si sta vedendo in alcuni Comuni, l’input è valorizzare le primarie. Come? Con una specie di ’gazebo day’.

La data, non ancora fissata, potrebbe essere tra fine febbraio e inizio marzo, ma il segretario regionale Pd Luigi Tosiani domani aprirà il percorso in Direzione regionale, annunciando appunto ’la gazebata’ in un’unica data in tutti i Comuni dell’Emilia-Romagna al voto e che non hanno trovato una ’quadra’ su un nome unico. L’intenzione, comunque, è che se primarie saranno, lo siano di coalizione, puntando su alleanze più larghe possibili.

Nel territorio bolognese ci sta lavorando la segretaria Pd Federica Mazzoni che, sottolinea, "stiamo dialogando con tutti da M5s a Italia Viva", mentre è più dura con Azione. Un dialogo che rischia di incepparsi? Si vedrà. Intanto quello che si sta delineando è uno scenario con almeno tre grandi Comuni verso i gazebo (5 anni si fecero a Sasso Marconi e Zola Predosa).

Casalecchio, ad esempio, vede in campo Matteo Ruggeri (vicino ad Andrea De Maria) e Saverio Vecchia (vicino all’ex sindaco Simone Gamberini, al vertice di Legacoop, a Lepore e Mazzoni); mentre a San Lazzaro si fanno i nomi di Marina Malpensa, presidente del consiglio comunale e vicina a Mazzoni, e Matteo Montanari per la minoranza. Ma ci potrebbe essere anche l’assessora Sara Bonafè come civica. In tutto questo bailamme, era spuntata anche l’ex vicesindaca di Merola, oggi consigliera regionale, Marilena Pillati. Ma l’ipotesi di candidatura unitaria (per ora) non è decollata. Infine, c’è Castel Maggiore, dove potrebbero sfidarsi il vicesindaco Luca De Paoli e l’assessore Paolo Gurgone.

ros. carb.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro