Asili, tre nidi nuovi per l’anno che verrà

Lavori in corso a Castello di Serravalle, Savigno e Calcara per una spesa di 1,5 milioni: l’obiettivo è chiudere i cantieri entro l’estate

Asili, tre nidi nuovi per l’anno che verrà

Il sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno promette il rispetto dei tempi dei cantieri

Procedono a ritmo serrato i lavori di costruzione di nuovi asili nido sul territorio del Comune di Valsamoggia. I cantieri interessano tre dei sette asili in funzione e sono già in buona fase. In quelli di Castello di Serravalle e di Savigno si tratta di uno spostamento degli asili e i lavori comporteranno una spesa rispettiva di 550mila e 600mila euro, mentre in quello di Calcara si procede ad un ampliamento e qui la spesa sarà di 400mila euro.

Obiettivo del Comune, arrivare a chiudere i cantieri entro l’estate per potere inaugurare poi a settembre i nuovi asili, con l’apertura dell’anno scolastico. "Stiamo cercando di rispettare i tempi previsti dai cronoprogrammi – assicura Daniele Ruscigno, sindaco di Valsamoggia – per realizzare questi tre progetti finanziati con il Piano nazionale di ripresa e resilienza assegnati per Savigno, Castello di Serravalle e Calcara. Questi investimenti si aggiungono ai già oltre 20milioni di euro investiti in questi anni".

Nel dettaglio, il nuovo asilo "Il castello degli gnomi" di Castello di Serravalle è stato collocato vicino alla nuova scuola materna. Completerà il polo delle scuole fino a 6 anni. Lo stato del cantiere è alla posa della copertura in legno. Fino ad oggi il nido accoglie 24 bambini dai 12 ai 36 mesi in una sezione eterogenea, seguiti da 4 educatrici, 2 collaboratrici e 1 coordinatrice pedagogica e gestionale. Nella sezione sono inseriti bambini che frequentano il tempo pieno e bambini che frequentano il part-time. "A Savigno – ricorda il sindaco – l’attuale struttura sarà spostata nella nuova area scolastica di via Della Pace, dove sarà realizzato un nuovo polo fino a 6 anni che ospiterà, in seguito, anche la nuova scuola materna pubblica. Il cantiere è alle fondazioni, dopo una fase di variante progettuale necessaria per l’inserimento della nuova materna. L’attuale nido ’L’Albero Blu’ accoglie 13 bambini dai 12 ai 36 mesi in una sezione eterogenea e a tempo pieno. Vi lavorano 2 educatrici, 2 collaboratrici e 1 coordinatrice pedagogica e gestionale".

Ampliato di fianco a quello esistente, l’asilo di Calcara utilizzerà anche parte del nuovo parco pubblico che sarà preso in carico nei prossimi mesi. Terminato lo scavo delle fondazioni, sta per essere installata la struttura in bioedilizia della nuova scuola. In questa scuola oggi ci sono 49 bambini.

Nicodemo Mele

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro