Casalecchio, la realtà virtuale all’asilo. “La natura entra in classe“

Arrivano 75mila euro per realizzare un’aula digitale in due scuole d’infanzia. La docente delegat a: "Sembrerà di stare all’aperto, con rumori e odori"

Migration

Casalecchio di Reno (Bologna), 22 agosto 2022 - Gli asili di Casalecchio entrano nella realtà virtuale. È di pochi giorni fa la notizia che l’istituto comprensivo Centro ha ottenuto un contributo importante (75mila euro) per realizzare in due scuole dell’infanzia un’aula digitale innovativa, annunciata come tra le prime e le meglio attrezzate in Italia.

In particolare, tra pochi giorni, all’asilo Esperanto inizieranno le procedure tecniche che porteranno entro Natale a concludere l’impianto delle tecnologie che compongono questa aula definita ‘immersiva’. Su tutte quattro le pareti infatti verranno allestiti schermi interattivi di grandi dimensioni, collegati ad un impianto audio di ultima generazione e ad un diffusore di aromi.

"Il nostro istituto è da anni impegnato in percorsi outdoor e di scuola nel bosco, la nostra idea è di proiettare riprese fatte nel corso della permanenza all’esterno, o in altri ambienti naturali, anche con fototrappole notturne, integrandole con i suoni e gli odori della natura. Ciò per permettere ai nostri bambini e alle nostre bambine di vivere un’esperienza multi sensoriale ed immersiva, di portare all’interno dell’edificio scolastico l’esperienza vissuta all’esterno, utilizzando le nuove tecnologie in maniera ludica", spiega l’insegnante Alessia Stefani.

Si tratta della docente delegata dal dirigente scolastico Andrea Sallese a definire i progetti coi quali partecipare ai bandi per i fondi ‘Pon’ (Programma operativo nazionale ‘scuola per lo sviluppo’ finanziato dal Ministero dell’istruzione con risorse europee).

Insomma, col nuovo anno nella cittadina sul Reno, prima all’asilo Esperanto e poi all’asilo Vignoni, poco più di 150 bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni, potranno immergersi in esperienze virtuali e in ambienti distanti, ricostruiti perfettamente con immagini, rumori ed odori, senza spostarsi dalla loro scuola. Insomma, la frontiera della realtà aumentata, già così diffusa nel cinema, nei videogiochi, ma anche nella progettazione di edifici e e nell’addestramento di piloti, approda ai primi livelli delle scuole. Con la peculiarità che in questo caso le due sedi useranno queste tecnologie che permettono di interagire con un universo parallelo a quello fisico, verranno usate per migliorare la didattica.

"I primi a fruirne saranno i bambini che compongono le quattro sezioni attive alla materna Esperanto, e poi i bambini dell’asilo Vignoni, dove all’inizio di giugno è stato inaugurato il nuovo ‘Giardino fantastico dei desideri dei bambini’ con percorsi assolutamente reali, come il ‘sentiero del coraggio’ che prevede il transito su rotelle di tronchi messi in successione. Dopo una immersione nella natura sarà quindi possibile entrare in una dimensione virtuale, dove sarà possibile affiancare un ‘avatar’ a passeggio in un ambiente preistorico, o popolato dai dinosauri.