Benvenuto 2024. Musica, divertimento e il rogo del Vecchione. Grande festa in piazza

In via Indipendenza una ragazza è stata derubata del cellulare: ferita a un piede l’amica che ha provato a inseguire il gruppo di ladri .

Benvenuto 2024. Musica, divertimento e il rogo del Vecchione. Grande festa in piazza
Benvenuto 2024. Musica, divertimento e il rogo del Vecchione. Grande festa in piazza

È stato un Capodanno nel segno della tradizione quello festeggiato l’altra sera a Bologna: il rogo del Vecchione, la piazza piena con la voglia di fare festa e ballare al ritmo del dj set (che è andato avanti fino all’una e mezza) e gli immancabili momenti di tensione in centro, anche se di piccola entità. Per questo la Questura, ieri, ha parlato di un "dispositivo di prevenzione e sicurezza" che "ha funzionato" permettendo alla città di festeggiare l’avvento del nuovo anno "in sicurezza e tranquillità". Gli agenti di piazza Galilei sono stati particolarmente impegnati nella zona di piazza Maggiore, ovviamente, dove per festeggiare il nuovo anno si erano radunate migliaia di persone, che sono state filtrate e controllate per tutta la serata in entrata e in uscita dalla piazza, per consentire di mantenere a quota 8.000 il numero massimo di persone contemporaneamente presenti sul Crescentone e ai piedi del Nettuno. Agli ingressi, fa sapere la questura, sono stati requisiti "soltanto piccoli botti di libera vendita, qualche bottiglia di spumante e altri piccoli oggetti di cui era vietato l’ingresso". Nessun petardo o altro botto è stato esploso all’interno dell’area.

Non sono però mancati momenti di tensione nelle strade limitrofe. Verso l’una di notte una ragazza è stata derubata del cellulare in via Indipendenza, davanti al McDonald’s. Una sua amica ha inseguito l’autore del furto, che faceva parte di un gruppo di stranieri. Quando l’ha raggiunto è stata ferita a un piede, colpita dal ladro con un coltello o un coccio di bottiglia. La ragazza è stata portata al pronto soccorso, medicata e poi dimessa. Sul posto è intervenuta la polizia, ma il gruppo era già fuggito. Durante la notte, inoltre, si sono verificate alcune risse fra stranieri, anche a bottigliate, ma senza feriti gravi, sempre nelle strade del centro e anche nella prima periferia della città.

Episodi che comunque non hanno rovinato la festa né creato particolari problemi di ordine pubblico. I vigili del fuoco, durante tutta la notte, hanno effettuato 60 interventi fra città e provincia, soprattutto per cassonetti o cestini incendiati.

Il bilancio dei servizi interforze svolti da polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia locale, vigili del fuoco, 118 e dal servizio d’ordine in piazza Maggiore ha gestito bene la serata. Per questo il questore Antonio Sbordone ha ringraziato "quanti con sacrificio e professionalità hanno garantito lo svolgimento di un evento di festa in una cornice di sicurezza e serenità", rimarcando quanto sia necessario un approccio sinergico nella gestione di eventi complessi. "Un ringraziamento va anche ai cittadini bolognesi e ai tanti turisti presenti – ha aggiunto Sbordone – che hanno mostrato, nella fase dei controlli e dell’accesso alla piazza, un positivo spirito di collaborazione".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro