Bologna com’era: Mortadella e tortellini a Garibaldi

Medardo Bassi, famoso per la sua fabbrica di salumi e negozio di mortadelle, ottenne successo internazionale grazie ai suoi prodotti premiati in varie mostre. Nonostante la sua fama come garibaldino e invalido, Bassi utilizzò poco la pubblicità. I suoi contenitori ermetici sottovuoto con mortadelle e tortellini furono apprezzati persino da Garibaldi. Medardo Bassi morì nel 1905 a Bologna.

Bologna com’era: Mortadella e tortellini a Garibaldi
Bologna com’era: Mortadella e tortellini a Garibaldi

La fabbrica a vapore di salumi – soprattutto mortadelle – con annesso negozio di Medardo Bassi ebbe successo: i prodotti, presentati in varie mostre, ricevettero medaglie anche negli Stati Uniti, a Parigi, a Vienna e a Melbourne nel 1880 dove ottenne il primo premio e i complimenti per i contenitori ermetici. Bassi utilizzò pochissimo la pubblicità essendo lui stesso assi noto sia come nipote di Ugo Bassi, sia come garibaldino e invalido. I suoi contenitori sottovuoto con mortadelle e tortellini giunsero più volte a Caprera; Garibaldi (foto) gradì e scrisse (2 gennaio 1877): "Fu una calda zuffa quella di Milazzo ed ai valorosi come voi dovemmo il trionfo a caro prezzo di cui portate il segno seminando una gamba in quei campi di cactus. È cotesta una croce al valor militare indistruttibile. Grazie per gli eccellenti salumi e tortlin". Medardo Bassi morì a Bologna nel 1905.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro