Borseggi al mercato. Ladre inseguite e bloccate

Operazione della polizia locale dopo le segnalazioni degli ambulanti. Portate al comando due ventenni romene con un neonato in carrozzina.

Borseggi al mercato. Ladre inseguite e bloccate

Gli agenti della Polizia Locale nei pressi del mercato settimanale

Borseggiatrici all’azione mercoledì mattina al mercato settimanale nel parcheggione di Casalecchio. Una coppia di giovani donne, nate in Romania e residenti a Casalecchio, con neonato in carrozzina, sono state infatti inseguite e fermate dagli agenti della polizia locale mentre si dileguavano a tutta velocità dallo spazio dedicato al mercato sul lato della via Porrettana. Alle 12,45, quando già alcuni ambulanti si stavano preparando alla chiusura dei banchi, la centrale operativa della vicina sede della polizia locale ha ricevuto la telefonata con la segnalazione allarmata di un commerciante che ha segnalato un tentativo di furto ai danni di una cliente. Un episodio non infrequente in tutti i mercati, ma che nelle ultime settimane erano stati ridotti di numero per via dei servizi costanti svolti dalle forze dell’ordine e in particolare dai componenti dell’associazione nazionale carabinieri. Le due donne, entrambe ventenni, sono state inseguite e bloccate in via Garibaldi grazie alle segnalazioni dei presenti.

Ben confuse tra la folla dei frequentatori, anche grazie alla carrozzina con neonato a seguito, avevano atteso il momento propizio per mettere a segno il loco colpo. Alle urla della vittima designata, che ha resistito e reagito con successo al tentativo di borseggio, con passo svelto avevano infilato il passaggio pedonale a lato della Casa della conoscenza nella speranza di dileguarsi nelle vie vicine. Questo però non è bastato a farla franca, perchè gli agenti della polizia locale arrivati a piedi, le hanno rincorse, fermate ed accompagnate nella sede. Dove a seguito di perquisizione è stata rinvenuta merce priva di scontrino, verosimilmente sottratta poco prima dai banchi degli ambulanti. Su questo punto sono in corso verifiche.

g.m.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro