Branco al minimarket Negozianti aggrediti

I poliziotti, colpiti a calci, arrestano tre rapinatori tra gli applausi dei residenti. I componenti della banda erano almeno in sette: obiettivo, la frutta.

Branco al minimarket  Negozianti aggrediti
Branco al minimarket Negozianti aggrediti

di Nicoletta Tempera

Cani sciolti. Bulli di strada, che da tempo fanno il bello e il cattivo tempo in zona Borgo Panigale. E che, l’altra sera, hanno tentato di rapinare della frutta in un minimarket in via Marco Emilio Lepido. Ma non per fame o bisogno: solo per prepotenza, per imporre il loro ‘comando’ sulla zona. Erano in sette almeno e tre sono stati arrestati, non senza difficoltà, da una pattuglia del commissariato Santa Viola, intervenuta l’altra sera, intorno alle 22 nel negozio. A chiamare la polizia erano stati il titolare dell’attività e suo figlio, entrambi originari del Bangladesh, che sono stati minacciati con dei coltelli da tre dei membri del branco, per guadagnarsi la fuga con il ‘bottino’. Non prima, però, di sfondare una macchina parcheggiata in zona con un cacciavite, per rubarvi all’interno.

All’arrivo degli agenti, nel minimarket erano chiari i segni della devastazione e dei vandalismi lasciati dal branco. I poliziotti, grazie alla descrizione fornita dalle vittime e da tanti altri cittadini, stanchi delle intemperanze di questa banda, sono riusciti subito a individuare tre dei rapinatori, due marocchini, di 18 e 25 anni, e un diciottenne tunisino. I giovanissimi violenti si sono scagliati contro i poliziotti, prendendoli a calci e pugni, provocando loro 15 e 8 giorni di prognosi. Malgrado la violenza, gli agenti del Santa Viola sono comunque riusciti a bloccarli e arrestarli per rapina e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Tra gli applausi e le grida di sostegno dei residenti, scesi in strada proprio per assistere alla scena. Anche una diciassettenne, fidanzatina di uno degli arrestati, è stata denunciata, per aver tentato di ostacolare l’arresto del ragazzo, spintonando e insultando i poliziotti. I tre sono stati portati alla Dozza: il diciottenne marocchino risponde anche di false attestazioni sulle generalità, per essersi dichiarato minorenne. Adesso il lavoro dei poliziotti continua individuare gli altri componenti del branco e garantire così la tranquillità ai residenti di Borgo Panigale.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro