Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

Cantieri nel 2023, incontri pubblici per la Verde

I vincitori dell’appalto,. Alstom, Cmb e Pavimental,. forniranno il piano esecutivo

La linea Rossa del tram, secondo le ormai note stime del Comune di Bologna, dovrebbe partire con i lavori l’anno prossimo, all’inizio del 2023, per poi provare a vederli completati nel 2026, assieme se tutto va bene a quelli della linea Verde (che va da via dei Mille fino a Castel Maggiore): le due linee, supportate da fondi dal Pnrr, dovrebbero provare a dare lo stop alle ruspe entro quattro anni. Ci si proverà, intanto la Rossa ha assegnato i lavori alla cordata al gruppo composto da Cmb, Alstom e Pavimental, primo classificato alla gara d’appalto. I vincitori devono anche redigre il progetto esecutivo, quindi manca veramente poco.

Intanto il Comune sta portando avanti la progettazione del primo tratto della linea Verde del tram, e ha riattivato il percorso di "informazione e ascolto dei cittadini", in collaborazione con i quartieri Navile e Porto-Saragozza e la Fondazione innovazione urbana. Agli abitanti e alle realtà presenti lungo il tracciato tra centro e Corticella è dunque rivolto un nuovo ciclo di tre incontri pubblici online, a partire dal 19 aprile: appuntamenti che "hanno l’obiettivo di informare i cittadini e le cittadine sugli sviluppi del progetto, nonché di raccogliere segnalazioni, bisogni e proposte, in particolare in relazione al tema delle trasformazioni dello spazio pubblico connesse all’inserimento della nuova linea nelle diverse zone interessate". Agli incontri saranno presenti l’assessora Valentina Orioli, i presidenti dei Quartieri interessati e i tecnici comunali. Il programma prevede queste date: il 19 aprile zona centro storico e Bolognina, il 26 aprile zona Croce coperta e il 4 maggio zona Corticella. Per partecipare, è necessario iscriversi compilando un modulo on line. Dal 9 maggio al 14 giugno, inoltre, saranno attivati dei "punti informativi in presenza nelle zone della Bolognina, di Croce Coperta e di Corticella per fornire un servizio di prossimità alle persone che vorranno porre domande sul progetto, e portare le proprie segnalazioni".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?