Carabinieri buttati fuori strada con l’estintore

Si conclude con un militare ferito e la fuga dei malviventi il movimentato inseguimento di una banda di ladri a bordo di un furgone

Carabinieri buttati fuori strada con l’estintore

L’auto di servizio dei carabinieri finita fuori strada durante l’inseguimento

Caccia ai ladri ad alta velocità fra le buie strade di campagna del Medicinese. Ma i malviventi utilizzano un estintore per coprirsi la fuga e l’inseguimento finisce con un’auto dei carabinieri fuori strada e un militare dell’Arma all’ospedale. Sembrano scene da film quelle andate in scena mercoledì sera quando era da poco passate le 20.

I carabinieri della centrale operativa di Imola sono stati informati da una chiamata che una banda di ladri avevano fatto scattare l’allarme di un’abitazione situata nella campagna di via Vigo. Erano le 20.10. Un’auto dell’Arma si è così subito diretta all’indirizzo – la casa è proprietà di un italiano di 57 anni che non era presente – sorprendendo i malviventi, che alla vista dei carabinieri si sono dati alla fuga su un furgone. Gli uomini dell’Arma si sono subito messi all’inseguimento del mezzo, segnalando al conducente di fermarsi. Ma dopo pochi minuti di inseguimento nelle strade di campagna, uno dei criminali si è affacciato dal finestrino imbracciando un estintore e lo ha utilizzato ’sparando’ una nube di polvere antincendio contro l’auto dei carabinieri.

La nube biancastra ha completamente oscurato la visuale – si appiccica anche al parabrezza – e l’auto è finita fuori strada, mentre i malviventi prendevano il largo. Uno dei due carabinieri che si trovava a bordo del mezzo è rimasto ferito nello schianto, in particolare alla testa e alla mano sinistra, che ha subito una frattura. Soccorso dai sanitari del 118 del Pronto Soccorso di Imola, il carabiniere è stato trasportato in ospedale, medicato e dimesso con una prognosi provvisoria di 30 giorni. Dovrà essere operato alla mano. Non è stata invece trovata alcuna traccia dei ladri, nonostante le ricerche successive. I carabinieri della Compagnia di Imola hanno avviato le indagini per risalire all’identità dei criminali in fuga in base a diversi elementi utili raccolti.

Spesso i ladri utilizzano mezzi rubati che vengono abbandonati dopo i colpi per passare ad automibili ’pulite’ e non collegabili al furto, ma in questo caso il furgone non è stato ritrovato nel nostro territorio, né in quelli adiacenti. L’organizzazione della banda e l’utilizzo dell’estintore per coprirsi la fuga fanno però pensare a un gruppo organizzato e abituato a commettere furti di questo genere.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro