Carducci e Croce, le lettere Quell’incontro mancato

Scambi di opinioni tra il grande poeta premio Nobel e il giovane storico. Gli scritti sono stati raccolti in un volume curato da Felicita Audisio.

Antonio

Patuelli

Si tratta di poche decine di scritti vari in cui soprattutto Carducci chiedeva notizie e approfondimenti specifici di natura culturale, cui Croce rispondeva puntualmente, compiutamente e molto rispettosamente. Il Carteggio Croce - Carducci, fra due fra i più insigni padri culturali della Patria, custodito a casa Carducci a Bologna e alla Fondazione Biblioteca Benedetto Croce di Napoli, è ora raccolto in un volume curato da Felicita Audisio (edito da Nino Aragno), arricchito da una dotta introduzione e da appendici storiche. Nel 1902 Carducci, anticipatore di successivi successi del giovane Benedetto, scriveva grandi apprezzamenti a Croce: "Importante mi pare il suo libro delle relazioni dei napoletani col primo risorgimento italiano. L’altro libro di estetica mi è una rivelazione e una guida. Ammiro poi la prontezza del suo ingegno anche nelle avvisaglie minori sparse sui giornali. Ella ha molto e vivace ingegno ed una profonda e viva erudizione. Coraggio e avanti", lo incoraggiava.

Nell’ottobre 1905, in un’Italia priva dell’Alta Velocità e dove i viaggi erano ben più complessi, Croce passò da Bologna e si recò nella famosa libreria Zanichelli in Piazza Galvani, poiché sapeva che giornalmente Carducci “vi si tratteneva“, in particolare in una sala, tuttora a lui dedicata. Croce chiese di salutare Carducci, ma annotò che “il commesso che era al banco“ gli disse che "il professore si trovava in uno dei suoi giorni d’insofferenza ed irritabilità". Croce, “gettando uno sguardo nell’altra stanza” della libreria, lo scorse “così diverso” da come lo aveva “fuggevolmente conosciuto” tredici anni prima a Napoli e gli sembrò “una quercia fulminata” e gli lasciò un biglietto da visita come saluto cordiale che fu, però, quasi un commiato, perché il “Vate” sarebbe morto a Bologna poco più di un anno dopo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro