Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 mag 2022

Bologna, cassonetti maleodoranti in via Vizzani: Hera li sostituisce

Il caso segnalato da alcuni residenti al Comune: il cattivo odore causato dal conferimento dei rifiuti ittici da parte di un ristorante in zona

20 mag 2022
featured image
Bologna, aumentata la frequenza delle pulizie (foto d'archivio)
featured image
Bologna, aumentata la frequenza delle pulizie (foto d'archivio)

Bologna, 19 maggio 2022 - Un odore nauseabondo usciva ieri mattina dai bidoni di via Vizzani, vicino alla materna comunale Don Bosco e all’elementare Don Bosco. Un cattivissimo odore che inondava la zona dei cassonetti per diversi metri. "Una puzza insopportabile di residui ittici", raccontano i residenti che hanno inviato una segnalazione all’assessore Simone Borsari che ha la delega ai Lavori pubblici e soprattutto alla Manutenzione e alla Pulizia della città.
Da par suo Borsari ha attivato Hera che si è recata in via Vizzani per un sopralluogo.

“Il tema segnalato – spiega Hera - riguarda in particolare il contenitore del rifiuto organico, in cui una attività di ristorazione presente nell’area conferisce i propri rifiuti, anche quelli di origine ittica. Abbiamo già ricevuto delle segnalazioni in passato e di conseguenza adottato alcuni provvedimenti, tra cui due passaggi alla settimana per igienizzare il cassonetto. Un’ulteriore azione di miglioramento già in programma è la sua sostituzione integrale che avverrà a breve”.
Alla luce di questa nuova segnalazione, “effettueremo un ulteriore sopralluogo presso l’attività per ricordare le corrette modalità di conferimento da utilizzare e verificheremo l’eventuale necessità di aumentare l’attuale frequenza di svuotamento”.

L’occasione è utile anche per “ricordare che le eventuali segnalazioni possono essere sempre fatte a Hera attraverso il numero verde gratuito 800.999.500, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 9 alle 18, oppure utilizzando l’app Il Rifiutologo, che permette anche di inviare foto georeferenziate, dando modo ai servizi ambientali di Hera di intervenire rapidamente”.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?