Castel Maggiore, si vota. Duello De Paoli-Gurgone

Cittadini chiamati oggi alle urne, dalle 8 alle 20, per le primarie dei dem

A Castel Maggiore oggi seggi aperti, dalle 8 alle 20, per le primarie dei dem in vista delle elezioni amministrative.

Possono votare i cittadini italiani, i cittadini comunitari e i cittadini extracomunitari muniti di regolare permesso di soggiorno residenti nel comune di Castel Maggiore e con più di 16 anni. Per votare non è necessario essere iscritti al Partito democratico. Si contendono la candidatura a sindaco i due assessori in carica, nella giunta guidata dalla sindaca uscente Belinda Gottardi, anche lei esponente del Pd, Paolo Gurgone, con delega alle Politiche per l’infanzia e l’istruzione, Politiche sociali e abitative, all’Immigrazione, alla Sanita` e Legalita` e il vicesindaco Luca De Paoli, con delega ai Lavori pubblici, Ambiente, Mobilita`, Protezione civile, Politiche energetiche, alla Partecipazione e Cittadinanza attiva.

Gurgone è un avvocato civilista, in giunta dal 2013, da sempre attivo nel mondo della scuola e impegnato in attività di associazionismo e di volontariato.

De Paoli, laureato in giurisprudenza, è responsabile del settore ‘Affari legali, accreditamento e qualità’ della Fondazione Catis di Bologna. Partecipa dal 2002 al gruppo rappresentativo delle organizzazioni del territorio comunale del Piano per la salute del Comune di Bologna, è stato consigliere con funzioni direttive di Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) Emilia–Romagna, oltre che presidente della testata Bandiera Gialla. I seggi per esprimere la propria preferenza sono aperti nella Casa del Popolo in piazza della Pace a Castel Maggiore, per gli iscritti alle liste elettorali per i seggi 1, 2, 3, 4, 7, 8, 9, 10, 12, 13, 14, 16; nel circolo Pd in via Lame nella frazione di Trebbo di Reno per gli iscritti alle liste elettorali per i seggi elettorali 5, 6, 15 e nel Centro sociale Antinori in via I Maggio nella frazione di Primo Maggio per gli iscritti alle liste elettorali per il seggio 11. Per votare occorre avere al seguito la tessera elettorale, un documento di identità e versare due euro (esclusi i votanti dai 16 ai 18 anni ancora da compiere).

I cittadini residenti che sono privi della tessera elettorale verranno ammessi al voto purché iscritti nelle liste degli elettori presenti al seggio esclusi i minorenni, i cittadini comunitari ed extracomunitari, comunque residenti, che ne sono privi. Il seggio di riferimento è lo stesso delle elezioni politiche. La scheda elettorale contiene due caselle con i nomi dei due candidati. Per votare è sufficiente mettere una croce sul nome del candidato scelto.

Pier Luigi Trombetta

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro