Cavedagna (FdI): "Il Comune tagli i legami con i collettivi"

Agenti elogiati per gestione corteo non pacifico. Preoccupazione per violenza crescente. Solidarietà a dirigente colpito. FdI critica sinistra e chiede distanziamento da mondi antagonisti. Posizione equilibrata del governo su Gaza.

Stefano Cavedagna, capogruppo di FdI, hanno fatto bene gli agenti a non intervenire al corteo di venerdì?

"Gli agenti hanno gestito in maniera esemplare un corteo che sembrava tutto fuorché pacifico ed ordinato. Complimenti a loro. Non è giusto però che le forze dell’ordine siano costrette così spesso a essere impiegate per gestire questi facinorosi".

Il dirigente della Digos è stato centrato dalla vernice, segnali preoccupanti di un’escalation che va fermata?

"Massima solidarietà a Marotta, che però è la seconda volta che viene preso di mira. C’è un’evidente escalation di violenza da parte dei centri sociali, che trovano terreno fertile nelle mancate condanne da parte della sinistra al governo della città"

‘Destra e sinistra stessi manganelli’, cosa ne pensa di questo slogan dei collettivi?

"Mi sembra ci sia grande confusione nelle parole e nelle associazioni. Diciamo le cose come stanno, queste frange sono sempre state vicine alla sinistra, tantoché c’erano in mezzo anche esponenti del Pd, come Mattia Santori. Certamente non c’erano esponenti di Fratelli d’Italia".

Quale deve essere la posizione del governo su quello che sta succedendo nella Striscia di Gaza?

"Credo che la posizione del governo, che invita ad accertare le dinamiche, e a creare le condizioni per un cessate il fuoco e liberare gli ostaggi, sia risoluta ed equilibrata".

Proprio Santori è stato allontanato dal corteo. Qual è la vostra posizione?

"La realtà è che la sinistra ha spesso coccolato questi personaggi, ma non li ha mai arginati. Santori, consigliere del Pd, era in mezzo ai violenti. Perché? Noi di FdI abbiamo fatto decine di manifestazioni, mai una volta violenti o aggressivi".

Il Comune per lei non ha preso ancora abbastanza le distanze dai mondi antagonisti? Come FdI locale cosa farete?

"Lepore deve prendere le distanze definitivamente, senza giri di parole e recidere qualsiasi legame con certi mondi. Lunedì saremo assieme al senatore Marco Lisei e altri colleghi a portare la nostra solidarietà alle forze dell’Ordine che vengono troppo spesso delegittimate mentre ci difendono.

Intanto proprio il sindaco è tornato ad attaccare la destra di governo, anche commentando il corteo di venerdì.

"Lepore attacca esponenti di governo e Parlamento per nascondere le responsabilità del suo stesso partito che quella tensione sta alimentando. Le forze dell’ordine purtroppo per lui sanno bene che sta dalla loro parte sempre, non certo Lepore che governa con chi nei centri sociali ha fatto politica. Il governo quest’anno rinnoverà il contratto degli agenti scaduto nel 2021 e che il Pd non ha rinnovato, ha assunto quasi 15000 agenti e sta acquistando nuove dotazioni. Questi sono fatti".

Paolo Rosato

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro