Confermato sequestro azioni Hellas Verona, respinti ricorsi difesa Setti

Il Tribunale del Riesame di Bologna ha respinto i ricorsi della difesa di Maurizio Setti confermando il sequestro preventivo delle partecipazioni sociali nell’Hellas Verona. L'indagine per bancarotta evidenzia presunte operazioni dannose per il club di serie A.

Rigettati i ricorsi della difesa di Maurizio Setti e di un altro indagato, confermato il sequestro disposto prima di Natale. Il sequestro preventivo delle partecipazioni sociali nell’Hellas Verona della società Star Ball Srl, azionista unico del club di serie A, "è indispensabile per evitare che l’indagato Setti – presidente del club, ndr – tramite la sua società possa cedere le azioni dell’Hellas Verona a soggetti terzi, così da ostacolare ulteriormente il reintegro del patrimonio della società fallita". Lo sostiene il tribunale del Riesame di Bologna.

Il sequestro preventivo era stato eseguito nell’ambito di un’inchiesta per bancarotta condotta della Guardia di Finanza sulla società, con sede a Bologna. Gli accertamenti riguardano presunti episodi di distrazione, tramite la cessione delle azioni rappresentative della società sportiva dalla società fallita a Starball. Il Tribunale del Riesame sottolinea che da parte di Setti c’è "una propensione a compiere operazioni societarie relative alla partecipazione dell’Hellas per scopi personali, senza alcuna salvaguardia per gli interessi dei creditori delle varie società fallite".

Le indagini dei finanzieri "hanno evidenziato come la libera disponibilità delle azioni da parte di Setti stia gravemente pregiudicando il patrimonio dell’Hellas, tramite delibere di distribuzioni di importanti dividendi e di attribuzione di lauti compensi all’organo amministrativo Seven 23 srl (di cui Setti è socio unico, ndr) per un valore di 10,9 milioni di euro)". I giudici evidenziano anche la situazione di crisi del settore dell’abbigliamento da lui gestito e il "concreto rischio che l’imprenditore convogli flussi finanziari derivanti dalla società calcistica verso la predetta società".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro