Conferme e nuove sfide. La benedizione di Zuppi: "Città più accogliente". Lepore: "Orgogliosi"

Evento in Sala Borsa, premiato il sindaco con la medaglia d’argento "Indietro per criminalità? Capita nella città dove ci sono molti turisti". Il cardinale: "Le Due Torri sono per tutti un modello di solidarietà".

Conferme e nuove sfide. La benedizione di Zuppi: "Città più accogliente". Lepore: "Orgogliosi"

Conferme e nuove sfide. La benedizione di Zuppi: "Città più accogliente". Lepore: "Orgogliosi"

"Bologna è una certezza, la città più medagliata d’Italia". Matteo Lepore, nonostante la sua città abbia perso una posizione, invita all’orgoglio per un secondo posto che è una conferma importante, dopo Udine, ma prima di Trento (terza), di Firenze e Milano. La classifica sulla ’Qualità della vita’ del Sole 24 Ore, la consegna il secondo posto e alcuni punti saldi: dal record di laureati al terzo posto per il Pil pro capite. Insomma sotto le Torri si vive bene, con le ombre concentrate tutte sulla sicurezza.

Di ’Qualità della vita’ e dei divari territoriali, tra Nord e Sud in primis (Napoli, Caltanissetta e Foggia sono le ultime delle graduatoria), se ne è parlato ieri in Salaborsa all’evento-convegno ’Qualità della vita 2023. Italia sempre più divisa: i trend nelle città’. Presenti oltre a tanti esperti, il presidente della Cei e arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, la ministra della Famiglia e la Natalità, Eugenia Roccella, i sindaci delle città sul podio e il campione Virtus Marco Belinelli, con gli interventi dei vertici del Sole 24 ore e della direttrice del Qn, il Resto del Carlino, La Nazione e il Giorno Agnese Pini che ha voluto sottolineare l’importanza del "fattore speranza", quando si parla di giovani, ma anche di denatalità. "Se le donne non lavorano, non fanno figli. E in Italia c’è un problema devastante sull’occupazione femminile rispetto agli altri Paesi Ue".

Il sindaco Lepore, premiato sul palco come il primo cittadino di Udine, Alberto Felice De Toni, in un passaggio ideale di testimone, è soddisfatto del risultato, ricordando che Bologna è habitué del podio, con 5 ori nel palmarès. "Siate orgogliosi di Bologna. Abbiamo una grande capacità attrattiva, siamo avanti su sociale, ambiente e asili nidi. Siamo anche tra le città più verdi d’Italia". Unico neo, le ultime posizioni sulla sicurezza: "È una situazione comune dove ci sono molti turisti, il numero delle denunce è proporzionato a chi frequenta la città. C’è però un aumento di denunce tra le donne che subiscono violenza. Così si batte l’omertà".

Il cardinale Zuppi – in una lunga intervista – si è detto preoccupato del divario tra Nord e Sud, e ha citato proprio Bologna "simbolo di accoglienza e concertazione, modello di solidarietà". E ricordando che il Mezzogiorno resta un problema delicato, ammette che "i vescovi del Sud sono sul piede di guerra per l’autonomia differenziata perché temono che aumenti i divari territoriali". Non manca un riferimento a uno dei nuovi indicatori dell’indagine del Sole: l’indice di solitudine. In riferimento ai dati, con Trieste dove i single sono quasi la metà della popolazione, Zuppi insiste sulla necessità del senso di comunità che c’è a Bologna: "Per il Censis solo una famiglia su quattro farà figli nel 2040. Ma non siamo fatti per essere isole. Si deve passare dall’io al noi".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro