Crisi democratica. A lezione per capirla. Gli incontri della scuola diocesana

La scuola di formazione Fisp organizza un ciclo di eventi per prepararsi alla Settimana sociale dei cattolici italiani, analizzando le cause della crisi della democrazia occidentale e proponendo soluzioni. Gli incontri si svolgeranno in presenza e online.

La scuola diocesana di formazione all’impegno sociale e politico (Fisp) organizza un ciclo di eventi, in programma tutti i sabati da oggi fino al 23 marzo all’Istituto Veritatis splendor. Otto appuntamenti per prepararsi alla 50esima ‘Settimana sociale dei cattolici italiani’, con un programma che "analizzi le cause principali dello stato di crisi della democrazia occidentale – spiega la direttrice della scuola, Vera Negri Zamagni –, fra cui il disimpegno dei giovani, lo scontento con i partiti politici, il disallineamento tra democrazia e mercato, il proliferare dei conflitti e il contrasto tra identità nazionali e appartenenze internazionali". Insieme all’analisi di queste problematiche, dice Negri Zamagni, "si illustreranno le strade per rinnovare la democrazia nel contesto attuale". L’incontro di oggi è dedicato al tema ‘chiesa e democrazia’, con il vescovo di Faenza, Mario Toso. Il 10 febbraio sarà la volta del sociologo Pierpaolo Donati, che si occuperà di ‘democrazia e crisi della partecipazione alla vita pubblica’. Il 17 febbraio ci sarà l’economista Stefano Zamagni a spiegare ‘il disallineamento tra democrazia e mercato’. Il 24 febbraio il politologo Paolo Pombeni si occuperà della ‘neutralizzazione del legame sociale’. Gli incontri si svolgeranno in presenza (è richiesta l’iscrizione), ma sarà possibile l’accesso online. Il primo appuntamento è aperto a tutti, fino a esaurimento posti.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro