Da Macron 100mila euro: "Torri sulle maglie? Ipotesi"

Un disegno sulle casacche del Bfc, l’ad Pavanello: "Ci ragioneremo"

Da Macron  100mila euro: "Torri sulle maglie? Ipotesi"

Da Macron 100mila euro: "Torri sulle maglie? Ipotesi"

Centomila euro già versati al Comune e una maglietta dedicata alla Garisenda, dal costo di 29 euro, con il ricavato della vendita che andrà a sostenere il mega progetto di restauro della torre.

È questo il contributo che

Macron, azienda bolognese dell’abbigliamento sportivo e sponsor del Bologna calcio, ha presentato ieri in Comune per aiutare nel restauro del monumento. "Le Due Torri sono un simbolo per Bologna, è stata una decisione molto facile", ha detto Gianluca Pavanello, amministratore delegato di

Macron. "Siamo un’azienda sana che affonda le sue radici in un territorio sano – ha spiegato il manager – e crediamo fortemente nel poter contribuire. Per ora abbiamo bonificato i primi 100mila euro" e nel 2024 "metteremo a budget probabilmente qualcos’altro". Non è escluso che

Macron possa ideare una maglia con le Due Torri. "È uno spunto da elaborare, è una cosa su cui si potrebbe sicuramente ragionare – ha detto Pavanello – e che potrebbe riguardare non solo il calcio, ma anche le maglie di altre discipline".

Della vicenda Garisenda "c’è anche un aspetto positivo – ha sottolineato ancora Pavanello –, potrebbe essere una grandissima opportunità di visibilità per Bologna: il recupero di una torre medievale, la velocità, il fatto che tutto un territorio stia partecipando e il modo in cui si affronta l’operazione potrebbero essere un’enorme operazione di visibilità che lancia definitivamente Bologna come città bellissima da visitare e ne accresce la notorietà. Perché è un evento che, se ben gestito, potrebbe essere in termini di comunicazione dirompente".

La sua parte, come detto, la farà anche la maglietta ‘We love Bolo’ prodotta in collaborazione con il Comune. La t-shirt sarà venduta negli store Macron e negli uffici Bologna Welcome: per ora ne sono state stampate alcune migliaia ma l’azienda è pronta a produrne quante ne serviranno. "Al di là dell’impatto economico che pure sicuramente ci sarà – ha affermato Pavanello –, un modo per coinvolgere ancora di più la cittadinanza e anche i turisti". Il sindaco Matteo Lepore, che ha presentato l’iniziativa della Macron con l’ad, ieri ha fatto un punto sugli altri grandi nomi che hanno già donato per la Garisenda o che si accingono a farlo. "Ringrazio Macron e anche Piquadro, le famiglie Vacchi e Marchesini, Bonfiglioli, Zanichelli e potrei fare un lungo elenco anche di banche che stanno donando", ha chiosato il sindaco

pa. ros.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro