Da Mozart a Respighi con Venier e Ricci

Il concerto de L’Ateneo per l’Ateneo, diretto da Alissia Venier, celebra Fauré e Bologna come crocevia culturale. Mozart e Respighi protagonisti della serata, con un programma ricco di contrasti e omaggi musicali.

Da Mozart a Respighi con Venier e Ricci

Da Mozart a Respighi con Venier e Ricci

Un concerto dalla forte componente femminile quello de L’Ateneo per l’Ateneo, che vedrà la giovane ma già esperta direttrice d’orchestra Alissia Venier alla guida del Collegium Musicum Almae Matris. L’appuntamento è stasera alle 19.30 al Dams/Lab con Mia - Musica Insieme in Ateneo (anche al mattino al Day hospital oncologia del Sant’Orsola con i violinisti Pietro Bolognini e Tommaso Paronuzzi).

Netti i contrasti in questo programma che ha un fil rouge, anzi due: l’omaggio a Fauré nel centenario della scomparsa e la città di Bologna come crocevia culturale, dove Mozart trovò accoglienza e onori, e Respighi trovò i natali. Nella prima parte del concerto al centro c’è il talento di Isabella Ricci (foto), impegnata assieme a Valentina Gnudi (flauto), Alessandro Masala (oboe), David Ancarani (clarinetto), Gianluca Pagliara (corno) e Greta Del Noce (fagotto) nel Quintetto KV 452 di Mozart, scritto nel 1784, per poi balzare avanti di un secolo col parodistico omaggio per fiati e pianoforte che Fauré e Messager dedicarono ad alcuni tra i più noti temi del Ring wagneriano. Protagonisti della seconda parte del concerto saranno invece gli archi, con la spiritosissima Serenata notturna in re maggiore KV 239 di Mozart, che contrappone in stile barocco un quartetto d’archi a un ’tutti’ dotato di timpani, e con le Antiche arie e danze per liuto (la III Suite, dedicata a danze del XVI e XVII secolo), riscritte da Respighi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro