Dodici mesi di cronaca. Lo choc del caso Amato, l’escalation degli stupri e il dramma dell’alluvione

Dal medico accusato dell’omicidio di moglie e suocera alla condanna di Cavallini per la strage alla stazione. Social sotto processo: il sucidio in diretta su TikTok e il parapiglia scatenato al Gran Reno per Medy Cartier.

Dodici mesi di cronaca. Lo choc del caso Amato, l’escalation degli stupri e il dramma dell’alluvione
Dodici mesi di cronaca. Lo choc del caso Amato, l’escalation degli stupri e il dramma dell’alluvione

Dai tanti episodi di violenza sessuale alle occupazioni, dai crimini che scorrono sempre più sui social ai blitz degli eco-attivisti, fino ai grandi casi di Giudiziaria: un anno di cronaca, da rivivere attraverso gli approfondimenti e i servizi che il Carlino racconta ogni giorno e che, oggi, racchiude in due pagine tutte da leggere.

GENNAIO

Lo stupro in Lunetta Gamberini

Il 15 gennaio il primo dei tanti casi in un 2023 caratterizzato dalla violenza: alla Lunetta Gamberini una 20enne viene aggredita da un italiano che le punta un coltello alla gola e inizia a toccarla. Sarebbe finita ancora peggio, se non fosse intervenuto un passante a salvarla.

FEBBRAIO

La minaccia anarchica

Sull’onda del fermento per il caso Cospito, il primo febbraio arriva una telefonata anonima alla portineria della redazione del Carlino: "Ci sarà un attentato anarchico in città", sussurra una voce.

L’omicidio di San Giovanni

Tra i delitti del 2023 il primo a segnare l’opinione pubblica è quello avvenuto a San Giovanni in Persiceto il 3 febbraio, quando una donna di 76 anni uccide il marito, malato di Parkinson da tempo, prima di rivolgere l’arma contro se stessa e tentare il suicidio.

La cicatrice francese

Anche a Bologna impazza l’ultima sfida nata su TikTok: la cicatrice francese. Diversi i casi in città di ragazzini che, per sembrare più duri, si sfregiano il viso. L’11 febbraio le prime segnalazioni.

MARZO

Il killer di Chiara Gualzetti

Condanna confermata a 16 anni e 4 mesi per il killer allora 16enne di Chiara Gualzetti, la giovane di Monteveglio uccisa a coltellate.

Il blitz ambientalista anti Suv

A Bologna, così come in Italia e all’estero, il 26 marzo arriva l’ultima follia degli ambientalisti, che squarciano decine di pneumatici di alcuni Suv. I blitz continueranno: dagli ecologisti che bloccano il traffico all’acqua colorata gettata nel canale delle Moline.

Asoli, confessione e condanna

Leon Asoli il 28 marzo confessa di aver ucciso il patrigno e avvelenato la madre con una pasta cucinata aggiungendo del nitrito di sodio: per il 21enne viene confermata la condanna a 30 anni.

APRILE

Il caso Amato

Giampaolo Amato, oculista di 64 anni, ex medico della Virtus conosciutissimo in città, viene arrestato con l’accusa di avere avvelenato e ucciso la moglie nel 2021 per godere in tranquillità della relazione extra coniugale con la propria amante. La svolta arriva l’11 aprile. È l’inizio del caso Amato: a novembre, l’oculista verrà accusato di avere ucciso anche la suocera.

Tornano le occupazioni

Il 20 aprile alcuni attivisti vicini a ‘Crash’ occupano un immobile Asp in Bolognina: tornano le occupazioni. Sboccia la primavera degli antagonisti, con sette spazi occupati in 10 giorni. Il 29 aprile, il collettivo Luna torna a occupare anche l’ex caserma Masini.

MAGGIO

Il flagello dell’alluvione

Il 3 maggio ecco le prime inondazioni e le prime frane, con il maltempo che inizia a far paura. A Bologna esonda il Ravone e si allaga via Saffi, ma non è niente in confronto all’alluvione che sta per flagellare l’intero territorio. Tante famiglie sfollate in provincia, case allagate, intere aree sotto la morsa dell’acqua. Un cataclisma che provoca 17 morti, oltre 36mila sfollati e danni stimati in 10 miliardi di euro. Dal 15 maggio arriva la seconda ondata, che raggiunge il proprio culmine il 16, 17 e 18. Morte, allagamenti e frane occupano le pagine della cronaca per settimane.

GIUGNO

Minacce alla docente

La professoressa di Diritto Francesca Rescigno il 24 giugno riceve una lettere minatoria con scritto "Vattene dal dipartimento, puoi farti male". Ad accompagnare la missiva, la zampa di un animale.

LUGLIO

Uccise Kristina Gallo

Il 4 luglio Giuseppe Cappello viene condannato a 30 anni per avere assassinato l’ex fidanzata Kristina Gallo nel 2019.

Sgombero alla Masini

All’alba del 18 luglio le forze dell’ordine irrompono nell’ex caserma Masini, occupata dal collettivo Luna: è l’inizio di uno sgombero durato 15 ore. Continuano poi le occupazioni e gli sgomberi: l’ultimo in via di Corticella a dicembre, con pesanti scontri.

AGOSTO

La morte di Francesca

Il 29 agosto Francesca Quaglia, 28enne di Medicina, viene travolta e uccisa in bicicletta da un camion in pieno centro a Milano. Un’intera comunità entra sotto choc per la morte di una ragazza solare amata da tutti.

SETTEMBRE

Tragedia in aeroporto

Il 14 settembre la tragedia al Marconi: Alfredo Morgese, 52 anni, muore schiacciato da una macchina della stessa ditta per cui stava lavorando in una pista.

Ergastolo a Cavallini

Il 27 settembre viene confermata la condanna all’ergastolo per Gilberto Cavallini: era lui "il quarto uomo" alla stazione il giorno della bomba. Cambia il capo di imputazione: "Fu una strage politica".

OTTOBRE

Sangue in piazza dei Martiri

Piazza dei Martiri si tinge di sangue il 6 ottobre: un 37enne marocchino viene accoltellato alla gola e finisce in Rianimazione al Maggiore. Non un caso isolato, per una zona che, tra violenze sessuali e aggressioni, continua a destare molta preoccupazione.

Suicidio in diretta social

Vincent Plicchi, 23 anni, conosciuto anche come ‘Inquistore’, si suicida in diretta TikTok dopo accuse di pedofilia circolate in rete. Un caso di cyberbullismo finito in tragedia, nato dalla mente di due ragazzini stranieri che volevano screditare l’influencer.

Raffica di malori al 118

Il 31 ottobre il Carlino pubblica per primo la notizia della raffica di malori tra gli operatori della centrale del 118. Colpiti gli elicotteristi, si parla di almeno sette casi in pochi mesi. Si apre un’indagine della procura che porta a un indagato: un operatore.

NOVEMBRE

La ragazza coraggio

L’8 novembre viene premiata in Comune con la Medaglia al merito ‘Guazzaloca’ Giulia Leone, 28enne capace di sventare uno stupro ai danni di una giovane.

DICEMBRE

Risse e feriti per Medy

L’ultimo caso di cronaca del 2023 parla di Medy Cartier: il trapper nato al Pilastro il 9 dicembre organizza un concerto improvvisato al Gran Reno. Arrivano centinaia di giovanissimi: scoppiano risse e ci sono diversi feriti. Pochi giorni dopo, il trapper viene anche fermato in centro dopo essere sfuggito all’alt della polizia: non ha mai preso la patente.

Francesco Moroni

Federica Orlandi

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro