Effetto Lotteria Italia. Caccia al milionario: "È uno di Montescudo. Forse una donna"

Viaggio nel borgo sulle colline riminesi baciato dalla dea bendata. Al bar della Rocca si rincorrono le voci. "C’è una a cui piace giocare...". Il sindaco al bancone: "E pensare che alcuni sospettavano fossi io".

Effetto Lotteria Italia. Caccia al milionario: "È uno di Montescudo. Forse una donna"

Effetto Lotteria Italia. Caccia al milionario: "È uno di Montescudo. Forse una donna"

MONTESCUDO (Rimini)

Quante cose si possono comprare e fare, con un milione di euro? "Tante... E tra di noi abbiamo fatto una scommessa: il primo che vedremo sfrecciare con il ’macchinone’ nuovo o che partirà per un lungo viaggio alle Maldive, sarà sicuramente quello che ha vinto il milione". Montescudo-Montecolombo, borgo sulle colline riminesi, terra dell’antica e rinomata famiglia dei Rosaspina, in fondo è un paesone di 6mila anime. "Ci conosciamo tutti, e ognuno sa vita, morte e miracoli degli altri", sorridono Eleonora, Giorgia e Sonia Guiducci. Le gemelle gestiscono il bar della Rocca a Montescudo, dove è stato venduto il biglietto N 454262 che ha vinto il quinto premio della Lotteria Italia. Un milione di euro tondi per il fortunato vincitore. O forse "vincitrice". Perché il paese è piccolo, la gente mormora e le voci girano. "Potrebbe aver vinto una donna che vive qui vicino. Lei ha quasi 70 anni, è una a cui piace giocare", insistono alcuni clienti al bar, mentre brindano alla vincita da record.

Nonostante la pioggia battente, ieri mattina il bar della Rocca era affollato più del solito. E naturalmente non si parlava d’altro. Anche Gian Marco Casadei, sindaco di Montescudo, si è unito alla caccia al fortunato vincitore: "E pensare che alcuni sospettavano che avessi vinto io... Magari". Casadei ha appreso in diretta la notizia della vincita sabato sera, guardando la trasmissione Affari tuoi, condotta da Amadeus, durante la quale è avvenuta l’estrazione. Anche le tre gemelle del bar l’hanno saputo così. "Ma solo stamattina (ieri per chi legge, ndr) abbiamo scoperto che il biglietto l’avevamo venduto noi". Inevitabile indagare su chi possa essere il vincitore. "Avremo venduto in tutto una cinquantina di biglietti della Lotteria Italia... E di solito a comprarli è gente del posto". Anche se il bar, durante la bella stagione, è frequentato da ciclisti e motociclisti da tutta la Romagna che si fermano qui per un caffè. Ma nel bar delle gemelle sono certi: chi ha comprato il biglietto vincente "abita a Montescudo". Potrebbe essere quella donna sulla settantina. O forse un altro residente del paese, pure lui vicino ai 70, che gioca alla Lotteria Italia ogni anno... Chissà. "Per ora lui (o lei) non si è ancora fatto vivo – dicono le gemelle – Ci auguriamo sia qualcuno di Montescudo: l’aspettiamo per un brindisi, magari tra un po’ di giorni, quando le acque si saranno calmate".

E dire "che per un paio di numeri non l’abbiamo vinto noi, il milione di euro – allarga le braccia Sonia – Tra i biglietti rimasti invenduti abbiamo anche i tagliandi N 454264 e N 454265. Pazienza...". Nel bar delle gemelle – lo chiamano tutti così a Montescudo – si brinda comunque alla vittoria, in attesa che il vincitore (o la vincitrice) si faccia finalmente avanti. Questa è la vincita più importante mai fatta a Montescudo. Nel 2019 un fortunato giocatore si portò a casa 100mila euro con un Gratta e vinci. Indovinate dove l’aveva comprato? "Da noi. Vuol dire che portiamo fortuna", sorridono le gemelle.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro