"Eventi ideati per manipolare"

L'ambasciatore ucraino a Roma denuncia la manipolazione della Russia sull'Italia attraverso eventi culturali e conferenze di esperti. L'obiettivo è influenzare la società straniera e diffondere notizie false.

"Stiamo vedendo che l’Italia, purtroppo, sta diventando una vittima delle manipolazioni del Cremlino, poiché la quantità di eventi pianificati per il prossimo futuro è impressionante: Modena, Lucca, Milano, Bologna e altri". L’ambasciatore ucraino a Roma, Yaroslav Melnyk, si esprime così all’Adnkronos in riferimento a una serie di appuntamenti previsti in alcune città italiane, dalla mostra-convegno ‘pro Russia’ su Mariupol a Modena alla presenza, in videocollegamento, del filosofo Alexander Dugin – con il Comune che ha già chiesto la revoca della sala per l’iniziativa – a un evento a Lucca.

"Mentre la Russia è in guerra sul territorio ucraino dal 2014, distruggendo deliberatamente la nazione ucraina, in Europa i russi scelgono metodi più sottili per influenzare psicologicamente la società" accusa l’ambasciatore, secondo cui "l’attivazione della macchina propagandistica russa in Europa dimostra le intenzioni della Russia di manipolare gli stati d’animo pubblici e di diffondere notizie false per imporre la propria ideologia e influenzare i processi politici".

L’ambasciatore esorta a "rendersi chiaramente conto che, sotto la maschera di ‘eventi culturali’ o ‘conferenze di esperti’, il paese-terrorista sta consapevolmente manipolando la società straniera".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro