Ex Cierrebi, l’ora del rilancio. L’annuncio della giunta:: "In arrivo il progetto di Go Fit"

L’assessora Li Calzi: "Da lunedì l’esame dei documenti, sarà un complesso a vocazione sportiva". Ma il comitato: "Gli spagnoli si fanno vivi dopo due anni. Che intenzioni hanno? Non ci fidiamo".

Ex Cierrebi, l’ora del rilancio. L’annuncio della giunta:: "In arrivo il progetto di Go Fit"

Ex Cierrebi, l’ora del rilancio. L’annuncio della giunta:: "In arrivo il progetto di Go Fit"

"La società spagnola ’Go Fit’ ha inviato il progetto di riqualificazione dell’ex Cierrebi. Si tratta di numerosi documenti che stanno arrivando ai nostri uffici". L’annuncio è dell’assessora allo Sport Roberta Li Calzi e riguarda la struttura di via Marzabotto per cui, dopo un lungo periodo di abbandono, attese e polemiche, sembra essere arrivata finalmente l’ora della svolta.

La società spagnola Go Fit, che dal 2022 detiene i diritti di superficie del centro sportivo del Bologna, appunto inviato il corposo progetto di riqualificazione che, aggiunge Li Calzi, da lunedì "sarà visibile agli uffici tecnici del Comune e potremo iniziare le valutazioni".

Su tratta di un progetto di riqualificazione dell’area "a vocazione sportiva – chiarisce l’assessora –, ma al momento non posso aggiungere altro perché ancora non l’abbiamo visionato. Quando lunedì i nostri tecnici inizieranno ad esaminare i documenti potremo fare le valutazioni del caso".

Sembra dunque iniziare il percorso verso il recupero di una struttura tanto amata dai bolognesi e per la quale in passato ci sono state roventi polemiche, con tanto di abbandono di un progetto che prevedeva la costruzione nell’area di un supermercato.

Chi attende da anni il progetto di riqualificazione è Andrea Albicini, ex socio del Cierrebi e fondatore del comitato Rigenerazione-No speculazione, che però non nutre grande fiducia negli spagnoli di Go Fit: "È da più di due anni che il Bologna ha scelto loro per il rilancio del Cierrebi – spiega –, ma non si sono mai fatti vivi. Ora, dopo due anni, presentano un progetto di riqualificazione, ma io non mi fido, ho dei timori visto il comportamento che hanno tenuto finora. Vorrei capire cos’hanno in mente, che tipo di progetto hanno elaborato e come intendono portarlo a termine".

Albicini sottolinea alcuni aspetti che riguardano il Cierrebi e di cui gli spagnoli dovranno tener conto: "Ci sono i vincoli cimiteriali sull’area e non si possono costruire altri edifici – chiarisce –. Vogliamo perciò capire quali sono le loro intenzioni. Anche perché ne abbiamo sentite tante. Finora si era parlato di un affitto di 30 anni e di un investimento di 10-12 milioni di euro, poi di recente sono uscite voci di un affitto di 43 anni per un investimento da 26 milioni. Qual è la verità? Vorremmo che fosse fatta chiarezza e terremo alta la guardia, questo è poco ma sicuro. Secondo noi il Bologna dovrebbe donarlo al Comune – conclude –, facendo un bel gesto per la città a fronte delle risorse pubbliche investite nel nuovo stadio. Poi il Comune dovrebbe metterlo a bando".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro