Festival dei portici fra mura e torresotti

Il Festival dei Portici di Bologna rifletterà sulla storia medievale della città, con un'anteprima a maggio e poi a giugno. Si discuterà di mura, edicole e torresotti, alla luce della redifinizione del centro storico richiesta dalla Garisenda.

"La Bologna medievale deve essere centrale nella nostra narrazione". E sulla scia della corsa al salvataggio della Garisenda, questa significativa pagina di storia cittadina si estenderà anche al Festival dei Portici, che tornerà con un’anteprima a maggio e poi a giugno. In quella sede la riflessione, anticipa Elena Di Gioia, sarà estesa anche "alle mura, alle edicole e ai torresotti: luoghi medievali fisici e di narrazione, anche alla luce della redifinizione del centro storico richiesta dalla Garisenda".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro