’Fleximan’ colpisce nella Bassa. Messo fuori uso un autovelox

Danneggiata l’intera strumentazione interna di rilevazione di un apparecchio di tipo ‘Velo-Ok’

’Fleximan’ colpisce nella Bassa. Messo fuori uso un autovelox
’Fleximan’ colpisce nella Bassa. Messo fuori uso un autovelox

La scia di Fleximan arriva fino alle campagne della Bassa Bolognese. Lui o un suo emulatore è infatti approdato tra le pianure di Castenaso. Vittima del ‘vendicatore’ ignoto un autovelox sulla via XXI Ottobre che collega Castenaso alle terre di Budrio. Si tratta nello specifico di un Velo-Ok o speed velox, uno di quei rilevatori di velocità da terra, e non su palo, inseriti in cassoni o di plastica o blindati (come nel caso in questione; ndr) posizionati a bordo strada. Ad accorgersi del misfatto gli agenti della Polizia locale nella prima mattinata di ieri. Dall’avvento di Fleximan, in territori così diversi e distanti, o di suoi emulatori, infatti, il controllo e la sorveglianza delle forze dell’ordine ai dispositivi di rilevamento della velocità è massimo e costante. Il vandalismo di Castenaso pare sia avvenuto nella notte quando la via XXI ottobre è silenziosa e ben poco trafficata.

Si tratta di una zona di passaggio, ma per lo più residenziale e distante dal centro del paese. Il dispositivo, però, a differenza degli altri episodi di Fleximan, non è stato né divelto né abbattuto. È stata danneggiata, probabilmente con un oggetto contundente, tutta la strumentazione interna di rilevazione della velocità oltre al vetro esterno, che è stato spaccato proprio per riuscire a distruggere i dispositivi interni al cassone blindato. Non è chiaro, ad ora, e sia opera del noto Fleximan o di un suo imitatore vista appunto anche la differenza del modus operandi e non trattandosi di un velox su palo. Non ci sono, inoltre, state rivendicazioni di alcun tipo e il vandalismo non è stato ‘firmato’. Quel che è certo è che la Polizia Locale di Castenaso sta facendo tutti i rilievi del caso per risalire all’identitá del responsabile anche se, purtroppo, in quel tratto non vi sono telecamere di sorveglianza. Sarà da verificare dagli agenti la presenza di eventuali telecamere afferenti le proprietà private della zona. Intanto, specifica la comandante della Polizia Locale di Castenaso Cristina Bignami: "Procederemo, come di prassi, contro ignoti per il reato di danneggiamento di bene pubblico".

Di recente Fleximan, il ‘vendicatore’ degli automobilisti multati e nemico pubblico numero uno dei rivelatori elettronici di velocità, dopo una dozzina di raid tra Veneto, Lombardia e Bassa Reggiana, aveva fatto parlare di sé nel territorio del Ravennate. Nella notte tra il 25 e il 26 gennaio scorsi era stato abbattuto un autovelox a Osteria di Ravenna, mentre la notte seguente, quella tra il 26 e il 27, era toccato a un altro apparecchio a Castel Bolognese. Poi l’ultima incursione a Faenza. Rimane, dunque, massima l’allerta nei confronti di Fleximan stesso e dell’ondata di possibili emulatori.

Zoe Pederzini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro