Geetit, la salvezza adesso passa dai playout. Errori e distrazioni: amaro ko a Mantova

Volley A3 La formazione di Guarnieri fallisce l’impresa a casa della capolista, contro Mirandola la sfida verità della stagione

Geetit, la salvezza adesso passa dai playout. Errori e distrazioni: amaro ko a Mantova

Per la Geetit Bologna una stagione condita da infortuni e qualche errore di troppo

Gabbiano Mantova

3

Geetit Bologna

1

(25-21, 25-15, 26-28, 25-21)

GABBIANO : Miselli 1, Parolari 22, Novello 20, Yordanov 3, Ferrari 5, Depalma 7, Catellani (L1); Sommavilla (L2), Scaltriti, Mssafeli, Gola 4, Zanini 1. Non entrato: Martinelli. All. Serafini.

GEETIT BOLOGNA: Giampietri 4, Omaggi 3, Sitti 2, Baciocco 15, Maletti 15, Listanskis 4, Brunetti (L1); Sacripanti, Minelli 1, Ronchi 7. Non entrati: Aprile, Serenari, Faccani, Bigozzi.

Arbitri: Pernpruner e Pristerà. Video check: Crivellente.

La Geetit Bologna si butta via ancora una volta, perde a Mantova e scivola al quartultimo posto: la salvezza passerà dai playout. Sarebbe bastato un punto per l’aritmetica salvezza e invece, sotto 2-1 ma avanti 18-20 al quarto i rossoblù si incartano: due errori in fila di Omaggi, che non trasforma in punto una slash e Baciocco, che spedisce fuori un lungolinea da posto uno ed è parità, il cambio palla si inceppa e Mantova vola via insieme alla salvezza.

Ma il rimpianto più grosso è aver fatto dipendere la stagione dall’eventuale punto o impresa in casa della capolista, che domina i primi due set prima di staccare parzialmente la spina: purtroppo non basta, perché in casa Geetit la coperta è sempre corta.

Il centrale Aprile resta in panchina per uno stiramento al polpaccio, con la speranza di recuperare per il playout, l’opposto Listanskis toppa la partita e pure chi l’azzecca la condisce comunque con qualche errore grave: Mantova è la perfetta sintesi della stagione dei rossoblù, partiti con l’obiettivo di un piazzamento nei primi quattro posti prima e dei playoff poi, smarriti tra gli infortuni e passati dal cambio di guida tecnica, con l’esonero di Marzola a Mirandola e l’arrivo di Guarnieri.

Proprio con Mirandola, Bologna si giocherà la salvezza: lunedì primo aprile, alle 18 al PalaSavena, gara uno, domenica 7 alle 17, il ritorno a Mirandola, con l’eventuale bella nuovamente al PalaSavena il 14, al netto di possibili spostamenti di orari stabiliti dalla Legavolley. Questa volta la Geetit non potrà sbagliare: sarà l’ultimo appello per evitare la serie B.

Le altre gare: Stadium Mirandola-Wimore Salsomaggiore Terme 3-0, Belluno Volley-Senini Motta di Livenza 3-0, Moyashi Garlasco-Gamma Chimica Brugherio 2-3, Monge Gerbaudo Savigliano-Negrini Cte Acqui Terme 3-0, Sarlux Sarroch-Cus Cagliari 3-1. Riposa: Personal Time San Donà di Piave.

La classifica: Gabbiano Mantova 61; Personal Time San Donà, Belluno Volley 47; Monge Gerbaudo Savigliano 44; Senini Motta di Livenza 43; Cus Cagliari, Negrini Cte Acqui Terme 36; Gamma Chimica Brugherio 34; Sarlux Sarroch 30; Geetit Bologna 28; Stadium Mirandola 24; Moyashi Garlasco 23; Wimore Salsomaggiore Terme 15.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro