I bambini della scuola primaria piantano 25 alberi mangia-smog

L’iniziativa è stata promossa da Legambiente nell’area tra le vie Noce e Angelelli e sostenuta dal Comune.

I bambini della scuola primaria piantano 25 alberi mangia-smog

I bambini della scuola primaria piantano 25 alberi mangia-smog

Martedì scorso, nell’area verde tra le vie Noce – Angelelli, a Castel Maggiore, circa cento alunni delle scuole primarie hanno piantato tanti nuovi alberelli. Sono stati messi a dimora carpini, frassini, olmi, zelkove, siliquastri, per un totale di 25 piante. L’iniziativa, nell’ambito della Festa dell’albero e dei progetti Life 2027 della Commissione europea, è stata promossa da Legambiente circolo Pianura Nord, istituto comprensivo di Castel Maggiore e Comune.

La piantumazione degli alberi si colloca in una linea di realizzazione di aree alberate fortemente voluta dall’amministrazione comunale. E l’evento di martedì contribuirà al raggiungimento dell’obiettivo di piantare 9 milioni di alberi in Italia entro il 2025 previsto dal progetto europeo Life Terra. A questo proposito il Comune ha pubblicato il suo primo bilancio arboreo, consultabile sul sito web dell’ente. Inoltre, il prossimo 27 febbraio, nel verde circostante le scuole Calvino di Trebbo di Reno, saranno messe a dimora alcune piantine di lauro nobilis che contribuiranno al completamento della siepe che cinge l’area scolastica. La Festa dell’albero è la storica campagna nazionale di Legambiente che mira a contenere la crisi climatica. Gli alberi infatti aiutano a compensare la CO2, fungono da filtri per gli inquinanti, rappresentano uno scrigno di biodiversità e limitano gli effetti delle ondate di calore.

p. l. t.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro