Il Cioccoshow non s’ha da fare: "Gli espositori sono troppo pochi. Vogliamo tornare in pieno centro"

Gli organizzatori lamentano tempi stretti per mettere in campo la kermesse in piazza XX Settembre. E puntano tutto sull’appuntamento del 2024: "La location vicina alla stazione aveva delle criticità". .

Il Cioccoshow non s’ha da fare: "Gli espositori sono troppo pochi. Vogliamo tornare in pieno centro"
Il Cioccoshow non s’ha da fare: "Gli espositori sono troppo pochi. Vogliamo tornare in pieno centro"

La diciottesima edizione del Cioccoshow, in programma dal 16 al 19 novembre in piazza XX settembre, non si farà. L’ufficialità è di ieri, quando la società Wydex, che per BolognaFiere si occupa dell’organizzazione di eventi e direttamente anche della messa a terra dell’amata fiera del cioccolato, ha comunicato agli espositori che non ci sono gli estremi minimi per realizzare l’edizione del 2023.

Non è il primo stop dal 2005 a oggi, c’è stato anche quello del 2020 a causa del Covid. Stavolta le motivazioni sono ben diverse, gli scogli sono rappresentati soprattutto dalla scarsità di espositori e dai tempi strettissimi per organizzarlo, come conferma Alberto Deleonardis. "Abbiamo avuto la nomina del nuovo ad di Wydex il 30 settembre, avevamo tempi molto stretti per metterlo a conoscenza di tutti i dettagli della manifestazione e per avere l’ok a procedere – spiega il manager della società che ha informato gli espositori –. E questo è stato un problema. Ma soprattutto avevamo pochi espositori che avevano aderito a causa della concomitanza di altri eventi analoghi che già si erano organizzati. Nell’incertezza abbiamo voluto avvisarli per tempo che sarebbe stato meglio stare fermi un anno".

Una ventina di espositori avevano dato l’ok quest’anno, contro i 35 del 2022: davvero troppo pochi. "Con un’edizione scarsa nei contenuti, in una location che già pone delle criticità, si sarebbe rischiato un boomerang d’immagine. Ecco perché puntiamo forte su un Cioccoshow potenziato e rinnovato nel 2024. Siamo molto dispiaciuti, ma diversamente non saremmo stati coerenti con la solidità del marchio". La speranza, quasi certezza, è che si torni in centro storico. Piazza XX settembre potrebbe aver visto l’ultima sua edizione nel 2022. "Speravamo di tornare in centro storico già da quest’anno. Il Comune sa quali location vorremmo, ci piacerebbe mettere in rete il Cioccoshow tra le piazze Minghetti, Galvani e Re Enzo". La Cna, che come da recente join venture con Wydex è ‘soltanto’ partner dell’evento (ma fino al 2022 è stata anche organizzatrice), è stata informata in questi giorni. "Visti i pochi espositori quest’edizione sarebbe stata molto sacrificata. Siamo molto rammaricati, però che agli espositori quella location non vada giù è un fatto da tempo, abbiamo condiviso la scelta – racconta il direttore generale di Cna Bologna, Claudio Pazzaglia –. Per il 2024 il piano per nuovi luoghi espositivi è stato già inviato al Comune, ci sono le piazze adiacenti a piazza Maggiore, confidiamo che si possa trovare una soluzione consona all’importanza dell’evento. Evento che, peraltro – continua Pazzaglia –, avevamo già presentato per quest’anno con un palinsesto importante, con laboratori e scuole del cioccolato. Vorrà dire che l’edizione rinnovata e rafforzata, come sembra dalle ultime comunicazioni, vedrà la luce nel 2024".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro