Il disastro di Crevalcore. La tragedia 19 anni fa: "Un dolore senza fine"

Ricordate le diciasette vittime dell’incidente ferroviario alla stazione Bolognina. Il sindaco Martelli: "La memoria ci permette di essere più attenti alla sicurezza".

Il disastro di Crevalcore. La tragedia 19 anni fa: "Un dolore senza fine"

Il terribile incidente del 2005

Sotto una pioggia battente, ieri si è tenuta la cerimonia in occasione del 19esimo anniversario del disastro ferroviario avvenuto a Crevalcore nel 2005. Il Comune ha rinnovato il proprio omaggio alle 17 vittime dell’incidente avvenuto nei pressi della stazione di Bolognina. Nonostante il meteo inclemente, le autorità civili e religiose, i familiari e i colleghi delle vittime hanno reso omaggio alla memoria di quella giornata di 19 anni fa.

E in tanti si sono stretti a loro: circa un centinaio sono stati infatti i presenti. Tra i rappresentanti istituzionali la vicepresidente della Regione, Irene Priolo, la Vice Capo Prefettura di Bologna, Daniela Piedimonte, la Città metropolitana di Bologna con il Consigliere incaricato Franco Cima e il presidente della Quarta commissione Claudio Mazzanti per palazzo d’Accursio.

Presenti anche le Ferrovie dello Stato, la Questura, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Bologna, e i Vigili del Fuoco di San Giovanni in Persiceto, tra i primi ad intervenire allora in condizioni davvero critiche, oltre a moltissime associazioni di volontariato del territorio. La prova di come quell’evento ancora sia vivo nella memoria collettiva. Non sono mancati i comuni, vicini e lontani, toccati da quel lutto come il Comune di Verona, Imola, Calderara, Sant’Agata Bolognese, San Felice sul Panaro con i propri gonfaloni.

Presenti anche alcuni di coloro che erano all’epoca amministratori come Beatrice Draghetti, allora Presidente della Provincia di Bologna e i già sindaci Claudio Broglia e Valeria Rimondi. Dall’intervento del sindaco Marco Martelli: "Voglio sentitamente ringraziare i presenti che, ancora, a 19 anni da quell’evento luttuoso, partecipano al ricordo di questa giornata. Ringrazio anche le eminenti personalità che hanno inteso dare la propria adesione al Comitato d’Onore con l’intento di rimarcare l’importanza di continuare a coltivarne lamemoria. La memoria riveste sempre un ruolo cruciale perché ci permette di essere ancora attenti e impegnati nell’incrementare sempre più la sicurezza dei lavoratori delle ferrovie. Una memoria ancora indispensabile visto che, nonostante gli sforzi e l’impegno sin qui profusi, ancora oggi si verificano tragici incidenti ferroviari. All’impegno della memoria deve sempre seguire l’impegno conseguente e costante nel tempo".

Zoe Pederzini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro