Il mistero della commerciante "Torno subito". Poi sparisce Mobilitazione per le ricerche

Da venerdì pomeriggio non si hanno più notizie di una 51enne, ha lasciato un cartello in negozio. Sedici squadre di cittadini e volantini in tutta la provincia. L’ipotesi dell’allontanamento volontario.

di Claudio Bolognesi

CASTEL SAN PIETRO (Bologna)

Ore di crescente angoscia a Castel San Pietro Terme, nella provincia di Bologna, per la scomparsa della commerciante Martina Pelosi, 51 anni, allontanatasi dal suo negozio di giocattoli ‘Ludica’ venerdì intorno alle 17 dopo aver affisso il cartello ‘Torno subito’ all’ingresso dell’esercizio. Oltre 48 ore di ricerche non hanno fatto emergere nessuna traccia della donna, allontanatasi con indosso un abito nero e ballerine dello stesso colore. Alta 1.80 con vistosi capelli rossi, chiara di carnagione, la vita di Martina appare, anche sentendo parenti e amici, specchiata, divisa tra il negozio che gestisce assieme al compagno Marco e la passione per la musica, che la vede parte di un gruppo locale ormai da anni. "Non ci capacitiamo di cosa possa essere accaduto e di quali possano essere le ragioni dell’allontanamento", ripetono senza soluzione di continuità sia i tanti amici e conoscenti della donna che il compagno Marco, sfinito sia emotivamente che fisicamente dalle incessanti ricerche, che non si sono mai interrotte da venerdì sera e che anzi si sono ampliate con la costituzione, ieri, di 16 squadre di volontari coordinate dalla Protezione civile, scesa in campo dopo che il Comune termale ha attivato il Coc (centro operativo comunale). Il sindaco Fausto Tinti è in costante contatto con la prefettura.

Si battono palmo a palmo la città, le periferie e anche le zone collinari (Castel San Pietro ha un territorio molto esteso, che sfiora i 150 km quadrati tra capoluogo, frazioni e ampie porzioni collinari), parenti e amici della donna hanno provveduto a tappezzare tutta la provincia bolognese di volantini con data della scomparsa, due foto e un identikit di Martina. In prima linea, sin dalle ore immediatamente successive alla scomparsa, ci sono i carabinieri, che hanno raccolto decine di segnalazioni in questi due giorni di ricerca, tutte però verificate e con esito negativo. Quello che è stato fin qui accertato e fa propendere per un allontanamento volontario è che Martina Pelosi dal negozio si è allontanata alle 17 di venerdì senza cellulare ed effetti personali, ma portandosi dietro contanti (in corso indagini anche su questo aspetto, per arrivare a una quantificazione della cifra che sembrerebbe però modesta). Gli uomini dell’Arma, guidati dal Comandante Andrea Oxilia, hanno vagliato anche i video di telecamere del circuito comunale e di privati, ma senza nessun risultato. Martina Pelosi, che non guida mai l’auto e si sposta quasi esclusivamente a piedi, di certo non ha preso nessun treno oppure autobus da Castel San Pietro, e il mistero resta così sempre più fitto.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro