Il notaio risponde: bonus prima casa per under 36

Il decreto Sostegni bis ha introdotto agevolazioni fiscali per giovani under 36 per l'acquisto della prima casa. Il decreto Milleproroghe le ha reintrodotte fino al 2024, con condizioni specifiche. Per dettagli, consultare la pagina Facebook 'Notai dell’Emilia-Romagna'.

Il decreto Sostegni bis (DL 73/2021) aveva introdotto, per la prima volta particolari agevolazioni fiscali per i giovani di età inferiore a 36 anni per l’acquisto a titolo oneroso della prima casa. Tali agevolazioni prevedevano: l’esenzione dall’imposta di registro, dall’imposta ipotecaria e dall’imposta catastale; in caso di trasferimento soggetto ad Iva, un credito di imposta pari all’ammontare Iva corrisposta in relazione all’acquisto immobiliare. Tale credito poteva essere utilizzato in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecarie e catastali dovute in caso di successioni o donazioni presentate o stipulate dopo l’acquisizione del credito oppure in diminuzione dell’Irpef dovuta in base alla dichiarazione dei redditi presentata successivamente all’acquisto.

I requisiti essenziali erano i seguenti: a) acquirenti devono essere giovani che non hanno compiuto 36 anni nell’anno in cui l’atto di trasferimento è avvenuto; b) devono avere un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (Isee) non superiore a 40.000 euro l’anno; c) l’acquirente deve poter usufruire delle agevolazioni prima casa e quindi devono sussistere tutte le condizioni per tale agevolazione. La normativa di favore è scaduta il 31 dicembre 2023 e la Finanziaria 2024 non ha prorogato tali agevolazioni. Il decreto Milleproroghe riformulato dai relatori, ha reintrodotto tali agevolazioni con i medesimi requisiti e modalità per gli atti di vendita stipulati entro il 31 dicembre 2024, ma ad una condizione essenziale: i preliminari di vendita devono essere stati sottoscritti entro l’anno 2023 ed essere stati registrati entro l’anno 2023. La previsione è finalizzata infatti ad aiutare i giovani che avevano già sottoscritto l’impegno all’acquisto della prima casa. Restano pertanto fuori dalle agevolazioni: a) quelli che non hanno stipulato un preliminareregistrato nell’anno 2023; b) quelli che hanno acquisito un bene all’asta nell’ ultimoperiodo dell’ anno 2023 e non hanno ancora ottenuto il decreto di trasferimento. I giovani under 36 che, pur avendo tutti i requisiti per poter usufruire del bonus hanno acquistato un bene prima del decreto Milleproroghe potranno ottenere un credito di imposta da utilizzare nel corso del 2025.

Per ulteriori informazioni consultare la pagina Facebook ‘Notai dell’Emilia-Romagna’.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro